Ominide 572 punti

Legge di Henry

Nel caso del solvente acqua, la legge di Henry può essere applicata solo per gas quali H2, O2, N2, CH, ma non potrà essere utilizzata per gas come HCl, NH3 o SO2 che reagiscono con H2O secondo le rex:
HCl+ H2O --> H3O++ Cl-
NH3+ H2O --> NH3++ OH-
SO2+ H2O --> H2SO3
Quando il gas interagisce chimicamente con il solvente, la sua solubilità è elevata e la soluzione risulta non ideale. Se, invece, il gas non interagisce con il solvente, la sua solubilità è generalmente piccola e la soluzione risulta ideale. La legge di Henry (che ricorda la legge di Raoult) è esprimibile anche in funzione della frazione molare del soluto:
PG= cG. K cG= PG/ K
dove:PG= P del gas sovrastante la soluzione;cG = frazione molare del gas nella soluzione;K = cost., f(T)

Considerazioni

1. A T=cost, quindi, la solubilità di un gas poco solubile non dipende dal tipo di solvente, ma è direttamente proporzionale alla P del gas nella fase gassosa sovrastante la soluzione, essendo funzione solo del rapporto PG / K
2. A P=cost, la solubilità diminuisce all’aumentare della T (un aumento di T, infatti, fa aumentare K)
Applicazione:
-Bottiglia chiusa di acqua frizzante è sotto pressione di CO2. Quando viene aperta la pressione cala di colpo e viene liberata CO2. (si formano bolle)
Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email