Ominide 268 punti

Fermentazione alcolica

Materiali: lievito, saccarosio, apparecchio per l’esperimento, palloncino di gomma, pipette.

Procedimento: abbiamo preparato una soluzione di saccarosio e lievito, quindi grazie ad una pipetta l’abbiamo inserita all’interno dell’apparecchio per l’esperimento. Abbiamo riempito tutto l’apparecchio fino all’imboccatura. Abbiamo posto all’imboccatura un palloncino di gomma.

Risultati: dopo circa 24 ore dall’esperimento abbiamo visto che il palloncino si era gonfiato e che all’interno del nostro apparecchio era rimasta una soluzione incolore: etanolo. Questo è successo perché il lievito è in grado di scindere il saccarosio nei suoi rispettivi monosaccaridi, alfa glucosio e beta fruttosio. Il glucosio , tramite la fermentazione alcoolica del lievito si trasforma in etanolo e anidride carbonica, liberando energia, secondo la reazione:

C₆H₁₂O₆ ------› 2C₂H₅OH + 2CO₂ + ATP
Questo processo libera energia, in particolare 2 molecole di ATP, che sono poche come energia netta della cellula, ma sufficienti a mantenere in vita le cellule del lievito. In realtà non è il glucosio vero e proprio a trasformarsi in etanolo e a liberare anidride carbonica, ma il glucosio è la fase iniziale di un lungo processo detto glicolisi alla fine del quale si ottiene acido piruvico, che poi tramite la fermentazione alcoolica libera etanolo, anidride carbonica e 2 molecole di ATP.

Conclusioni: abbiamo osservato la produzione di anidride carbonica in seguito alla fermentazione alcoolica di un lievito.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email