Video appunto: Acidi e basi di Lewis

Acidi e basi di Lewis



L’acido secondo Lewis è un accettore di una coppia di elettroni, la base è invece un donatore di elettroni. Esiste un altro tipo di legame covalente: il legame dativo/covalente coordinato, in cui la coppia degli elettroni del legame viene condivisa da un unico atomo. Il legame dativo è quindi dato dall’interazione tra un acido e una base di Lewis.
Ne è un esempio la seguente reazione, in cui il trifluoruro di boro è deficiente di elettroni e quindi si comporta da acido, a differenza dell’azoto che può fornire un doppietto elettronico. Legami ionici e covalenti È la differenza di elettronegatività a determinare il carattere di un legame: se la differenza di elettronegatività è compresa tra 0 e 0,4 il legame è covalente puro/non polare/omopolare, tra 0,4 e 1,7 il legame è covalente polare/eteropolare, come nel caso dell’H2O, al di sopra di 1,7 il legame è ionico. Ciò è dovuto al fatto che quando un elemento fortemente elettronegativo forma un legame, la nuvola elettronica è spostata verso tale elemento, la condivisione degli elettroni è quindi ineguale.
Tra le geometrie più importanti che possono assumere le molecole vi sono le seguenti: lineare, triangolare, planare e tetraedrica. Nel tetraedro vi sono legami di 109,5°, nell’acqua invece di 104,5°. A determinare angoli diversi è la repulsione tra le coppie di elettroni dello strato di valenza, le molecole si dispongono infatti di modo da minimizzare la repulsione tra gli elettroni