Ominide 2630 punti

Le moderne biotecnologie trovano una vasta gamma di applicazioni in agricoltura e in zootecnia, in medicina e nella produzione di alimenti.

Se un gene eucariotico viene inserito in un plasmide e poi transfettato in un batterio, il relativo prodotto genico sarà espresso in quantità minima o nulla dalla cellula batterica, a meno che non siano aggiunti un promotore che si lega specificamente con l’RNA polimerasi batterica, un terminatore della trascrizione e una particolare sequenza dell’mRNA che gli permette di legarsi al ribosoma.
Per adempire a questo problema i biologi costruiscono vettori di espressione, che possiedono tutte le caratteristiche dei vettori tipici con in più tutte queste sequenze necessarie, affinchè il gene trasfettato da tale vettore si esprima in ogni tipo di cellula ospite..

Tra le applicazione delle biotecnologie in medicina troviamo la produzione di determinati prodotti come l’Eritropoietina (che permette di prevenire l’anemia tramite la produzione di globuli rossi); il Fattore VIII (che sostituisce i fattore di coagulazione mancante nei pazienti con emofilia A); l’Ormone della Crescita (che sostituisce l’ormone naturale insufficiente in soggetti con crescita ridotta); e l’Insulina (che stimola l’ingresso del glucosio nelle cellule in soggetti affetti da diabete).

La moderna tecnologia del DNA ricombinante permette di intervenire anche in agricoltura agendo direttamente su specifici geni invece di ricorre alle tradizionali tecniche di incrocio e selezione, consentendo tempi molto rapidi e risultati più controllabili.
Con queste nuove tecniche si riescono a produrre specie resistenti ai parassiti e alle infezioni virali, in modo da poter essere coltivate riducendo drasticamente l’uso di insetticidi ed erbicidi; e con caratteristiche nutrizionali potenziate o in grado di produrre farmaci utili.

Hai bisogno di aiuto in Nozioni basilari?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email