Ominide 5668 punti

I nematodi: struttura e funzioni


I Nematodi, vermi cilindrici non metamerici (appartengono al phylum dei nematelminti) , specializzati nella vita parassitaria , non solo a carico delle piante ma anche degli animali, pesci, animali domestici ma anche l’uomo. Il corpo dei nematodi ha una forma cilindrica dotati di una cavità interna detta pseudoceloma, riempito di un liquido che mantiene il corpo dell’animale turgido, svolgendo al funzione di idroscheletro. La cuticola esterna ha una funzione di rivestimento e di protezione dalla disidratazione. Gli organi interni fluttuano nel liquido del pseudoceloma formando i vari sistemi vitali:
- Il sistema digerente, costituito dall’apparato boccale ( è dotato di estroflessioni dette setole labiali) , dalla faringe, dall’intestino a forma di tubo che termina con l’ano.
- Il sistema escretore piuttosto semplice e sbocca all’esterno in un poro escretore, situato nel ventre sotto la faringe.
- Il sistema riproduttore femminile a forma di Y, formato da due braccia formate ciascuna da un ovario, da un ovidutto e da un utero. Le due braccia si riuniscono in una base che sbocca all’esterno con il poro genitale femminile.
- Il sistema riproduttore maschile costituito da un testicolo che continua con un vaso deferente il quale sfocia in una vescicola seminale dove lo sperma viene conservato.
I nematodi fitoparassitari sono responsabili di patologie a carico delle culture agrarie, sono di dimensioni molto piccole, il loro apparato boccale è dotato di uno stiletto per mezzo del quale perforano i tessuti vegetali per nutrirsi. Vi sono circa 1500 specie di nematodi fitoparassitari, il danno che causano è di tipo quantitativo e qualificativo a danno delle colture che infestano. L’azione dei nematodi si svolge a livello del suolo, si nutrono delle radici delle piante , provocano ferite con il loro stiletto causando un danno diretto alle piante per le ferite e la tossicità della loro saliva, aprono la via a infezioni batteriche e fungine, molti di essi sono anche portatori di virosi. I nematodi hanno una elevata resistenza alle condizioni ambientali avverse, superando senza difficoltà periodi freddo intenso, aridità e anche assenza di piante ospiti. Seppure non siano capaci di grandi spostamenti suppliscono alle scarse capacità motorie con una elevatissima capacità riproduttiva rendendoli capaci di colonizzare in modo massiccio nuovi ambienti. A seconda delle specie si possono avere una o più generazioni l’anno anche se le specie monofaghe (che infestano un’unica specie) hanno una sola generazione. Lo sviluppo da uova a stadio adulto impiega da 3 a 4 settimane e la femmina adulta è in grado di deporre da 500 a 600 uova, nel corso del suo ciclo vitale. Questo significa che su un terreno o su una pianta infestata si possono trovare tutti gli stadi di sviluppo contemporaneamente.
Hai bisogno di aiuto in Evoluzione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email