Corra96 di Corra96
Habilis 3571 punti

Modificazioni fogliari

Le più importanti e frequenti modificazioni che la foglia può assumere per svolgere particolari funzioni sono: - Brattee, possono avere diverse funzioni, come per esempio protezione o vessillare; - Perule, foglie modificate usate dalla pianta per proteggere lo sviluppo delle parti riproduttive; - Catafilli, che proteggono organi sotterranei della pianta, come i germogli, oppure attorno ai meristemi apicali con funzione di riserva o protezione. Sono ad esempio le squame dei bulbi (cipolla); - Antofilli o foglie fiorali, come petali e sepali, che hanno funzione vessillare; - Sporofilli o foglie fertili, come stami e carpelli, per svolgere la funzione riproduttiva.
In alcune specie le foglie possono avere funzioni secondarie: - Accumulo di prodotti di riserva; - Immagazzinamento d’acqua; - Difesa (spine); - Sostegno per la pianta.
Altre modificazione che possono interessare la foglia sono: - Spinificazione, ovvero trasformazione in spine per ridurre la traspirazione o per protezione; - Cirrazione, ovvero trasformazione in organi di appiglio, come nella vite; - Tentacoli e vescicole, tipici di piante carnivore, che attraggono la preda, la intrappolano e poi la digeriscono.

Altre modificazioni, molto meno frequenti, si possono ritrovare in piante di areali tropicali.

Hai bisogno di aiuto in Evoluzione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email