Ominide 4456 punti

Gli Insetti

È impossibile dare una definizione di insetto. Vi sono talmente tanti tipi di insetti (secondo alcune stime 30 milioni di specie diverse, ma forse il numero totale delle specie viventi più vicino alla realtà è compreso tra uno e 10 milioni) che nessuna semplice definizione sarebbe in grado descrivere una così grande variabilità. La cosa migliore da fare è elencare le caratteristiche che permettono di distinguerli dagli altri animali.
Gli insetti appartengono al grande phylum animale degli artropodi, tale nome fa riferimento al fatto che essi possiedono arti e corpo segmentati. Il corpo degli artropodi è ricoperto da un rigido involucro, o esoscheletro, e sottili giunzioni tra le placche scheletriche permettono all'animale di muoversi. •
Oltre agli insetti, gli artropodi comprendono i crostacei (granchi, gamberetti, porcellini di terra ecc.), i miriapodi (centopiedi e millepiedi) e gli aracnidi (ragni, zecche, scorpioni ecc.). È con questi gruppi che gli insetti, specialmente quelli privi di ali, possono essere confusi. Il corpo di un insetto è diviso in tre regioni: capo, torace e addome. Il capo porta un paio di antenne e il torace possiede di solito tre paia di zampe (da cui l'altro nome degli insetti, Esapoda, che significa appunto sei zampe). Il torace presenta generalmente delle ali.

Gli insetti giocano chiaramente un ruolo molto importante negli ecosistemi come predatori, parassiti, e come prede di animali più grandi. è difficile avventurarsi in un qualsiasi campo della storia naturale senza incontrarli e anche le attività umane ne sono influenzate. Chi potrebbe pensare mai che gli insetti abbiano potuto interferire con la costruzione del Canale di Panama? Le mosche portatrici della febbre gialla lo hanno fatto. La febbre gialla uccise circa 16000 operai e i lavori furono sospesi per parecchi anni, finché la malattia non fu sotto controllo. Molte altre malattie che colpiscono l'uomo, gli animali domestici e i raccolti sono portate dagli insetti. Dal 10 al 15% della produzione alimentare mondiale viene distrutta annualmente dagli insetti, o nei campi o nei magazzini. Inoltre si spendono enormi somme di denaro per combattere i danni dei coleotteri xilofagi. Tuttavia sono relativamente poche le specie di insetti realmente nocive. Al contrario, le api e molti altri insetti ci rendono un grande servigio favorendo l 'impollinazione delle piante coltivate e garantendo così la produzione di frutta e semi. Molti insetti sono utili perché ne distruggono altri nocivi, un esempio sono le coccinelle che si nutrono dei dannosi afidi. I vantaggi più tangibili sono rappresentati da prodotti quali il miele, la cera e la seta.

Hai bisogno di aiuto in Evoluzione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze