Video appunto: Tipologie di endocitosi
Esistono varie tipologie di endocitosi: Fagocitosi La fagocitosi è una forma di endocitosi anche se, secondo certi autori, è un meccanismo che dovrebbe essere indicato distintamente dalla endocitosi. Il termine significa “cellula che mangia”. È un meccanismo non ubiquitario, ma che appartiene a cellule specializzate, il cui fine è quello di portare all’interno della cellula materiale voluminoso come un batterio.
La cellula, per sequestrare il batterio, non può utilizzare il meccanismo guidato dalla clatrina e dalla caveolina perché in quei casi si avrebbe formazione di vescicole la cui dimensione si stima intorno a qualche decina di nanometri: dentro una vescicola rivestita da clatrina o caveolina non c'è assolutamente spazio per un batterio.

La cellula per fare fagocitosi deve dare origine a delle espansioni citoplasmatiche (sempre rigorosamente rivestite da membrana) che si estendono e, portandosi al batterio, lo sequestrano. Per innescare il meccanismo della fagocitosi è necessario un contatto diretto tra corpo estraneo e membrana della cellula. Coinvolte in questo processo sono le actine perché i microtubuli non sono presenti in prossimità della membrana plasmatica e i filamenti intermedi sono generalmente statici. Pinocitosi Le endocitosi che sono determinate da un’invaginazione si possono trovare certe volte indicate tutte insieme come pinocitosi. Pinocitosi è un termine che significa “cellula che beve”, è appunto una denominazione antiquata perché la cellula comunque intorno a sé ha sempre un mezzo acquoso.