Sapiens 8239 punti

La cellula vegetale

La membrana cellulare non è l’unico rivestimento citoplasmatico della cellula vegetale; esternamente ad essa vi è una seconda membrana, la parete cellulare, costituita di polisaccaridi ( per la maggior parte cellulosa) e proteine .
Nelle piante superiori la parete secondaria è attraversata da canali, plasmodesmi, in cui si insinuano ponti citoplasmatici che stabiliscono così una vera connessione fra cellule adiacenti .
La cellula vegetale è occupata da cavità, dette vacuoli centrali, contenenti una soluzione acquosa di sostanze organiche ed inorganiche. Sono presenti enzimi digestivi e pigmenti che conferiscono caratteristici colori a fiori e ad altre parti delle piante. I vacuoli centrali confluiscono in un unico vacuolo, che occupa quasi tutta la cellula e confina in un ridotto spazio il citoplasma.

La cellula vegetale ,possiede il nucleo, i ribosomi, l’apparato di Golgi, il reticolo endoplasmatico, mitocondri, perossisomi e citoscheletro, una parete costituita principalmente di fibrille di cellulosa, organuli contenenti pigmento (plastidi), cloroplasti (plastidi contenenti clorofilla).
Tipici della cellula vegetale sono anche i cloroplasti che svolgono un ruolo molto importante: convertono l’energia delle radiazioni luminose in energia chimica dei composti organici. Tipico delle cellule vegetali è anche un grosso vacuolo centrale, impegnato nella digestione cellulare e in funzioni meccaniche di sostegno

Nelle cellule vegetali non si rinvengono lisosomi specializzati; i vacuoli centrali stessi contengono enzimi capaci di digerire molecole organiche.

Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove