Ominide 292 punti

Sintesi proteica

I geni sono porzioni di Dna, portano l'informazione genetica per la sintesi di una catena polipeptidica. Questa sintesi ha due tappe fondamentali : trascrizione e traduzione. La comunicazione tra nucleo e citoplasma avviene tramite Rna messaggero o MRNA. A partire dal gene si forma MRNA , questo processo è chiamato traduzione ed avviene nel nucleo negli eucarioti. La traduzione invece consiste nel tradurre il linguaggio nucleotidico in linguaggio amminoacidico ed avviene nel citoplasma.
La trascrizione comprende una fase di inizio: il doppio filamento di Dna si svolge, vi è il promotore che è una sequenza regolatrice situata a monte del gene che deve essere trascritto, l'Rna polimerasi 2 si lega al promotore sul filamento con estremità 3'; Allungamento: l'Rna polimerasi 2 allunga l'Rna seguendo la complementarietà delle basi. ; Terminazione: l'Rna polimerasi raggiunge la sequenza di terminazione e l'Rna trascritto si stacca dallo stampo e comincia ad andare verso i ribosomi: organuli formati da proteine e Dna Ribosomiale.

Dopodichè abbiamo la traduzione: per mettere in relazione Mrna con amminoacidi si utilizza il codice genetico basato su un sistema a codoni o triplette. Le triplette sono sequenze di nucleotidi distinti per le basi azotate e sono in tutto 64 (4 alla terza) . La traduzione ha una fase di inizio: la subunità minore del ribosoma riconosce il codone di inizio AUG e il tRna (Rna transfer) porta la metionina perché ha un anticodone complementare, si forma il complesso di inizio al quale va ad aggiungersi la subunità maggiore del ribosoma in modo che il tRna si trovi in corrispondenza del sito C ( la subunità maggiore ha sito A, sito C e sito D) . Allungamento: al sito A si attacca un nuovo tRna con anticodone complementare al codone dell' mRna e la subunità maggiore catalizza la rotura del elgame del tRna sul sito C con la metionina e la formazione di un legame peptidico tra questa e il nuovo amminoacido. Poi il ribosoma scorre di un codone, il tRna arrivato al sito D si stacca e se ne attaccano sempre di nuovi al sito A. Il processo va avanti finchè sul sito A non si trova un codone di stop che porta alla formazione di un fattore di rilascio che "smonta" l'intero complesso.

Hai bisogno di aiuto in Biochimica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email