kia59 di kia59
Ominide 94 punti

Il ciclo dell'Azoto N

Il ciclo dell'azoto è un ciclo biogeochimico gassoso perché è presente nell'atmosfera sotto forma di gas al 78%. L'azoto è un macro-elemento, cioè un principale costituente delle cellule, infatti costituisce proteine e acidi nucleici (DNA e RNA).

Il ciclo inizia quando la pianta assorbe dal suolo con le radici lo ione nitrato (o azoto nitrico). Le piante trasformano l' N nitrico (minerale) in N organico. L'organicazione comporta la sintesi di sostanze organiche azotate (proteine e acidi nucleici). Le piante costituiscono cibo per i consumatori per questo la sostanza organica azotata entra nella catena alimentare. Con la morte di piante e animali la sostanza organica azotata torna al suolo. Intervengono quindi, i batteri ammonizanti che attaccano la S.O e trasformano l' N organico in N minerale sotto forma di ammoniaca NH3 . Successivamente intervengono anche i batteri nitrosanti che compiono la reazione di ossidazione trasformando l' NH3 in NO2 (azoto nitroso o nitriti). Poi i batteri nitrificanti compiono un altra reazione di ossidazione trasformando l' NO2 in NO3 (azoto nitrico) e il ciclo riprende.

Azione batteri N fissatori → fissano l' N atmosferico N2 e lo trasformano N nitrico (NO3). Questo avviene con temperature elevate. I batteri N fissatori possono essere: liberi = vivono da soli nel terreno, e simbionti = vivono in associazione con le radici delle leguminose.
Azione batteri denitrificanti → trasformano l' N nitrico in azoto gassoso N2 che torna all'atmosfera. Questo avviene con temperature molto basse.
La fissazione dell' N può avvenire anche con i temporali e in questo caso si ha la fissazione elettro-fotochimica.
L'uomo interferisce con il ciclo dell'azoto con l'uso dei concimi chimici e con l'N nitrico che inquina le falde.

Hai bisogno di aiuto in Biochimica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email