pexolo di pexolo
Ominide 10564 punti

Acqua - Proprietà e legame a idrogeno


L’acqua è un solvente, e come tale ha il compito di rendere possibile l’ingresso e l’uscita delle sostanze attraverso la cellula. È in grado di solubilizzare solo quelle sostanze polari. mantiene l’equilibrio osmotico.
Gli atomi dell’idrogeno sono tenuti insieme da un legame covalente polare all’atomo di ossigeno. Quindi la molecola risulta essere polare, ma non i suoi legami perché gli elettroni sono spartiti equamente tra i tre atomi.
Il legame covalente polare non rappresenta una carica definitiva ma transitoria. Questo perché gli elettroni possono spostarsi sia verso l’ossigeno che verso l’idrogeno.

Legame a idrogeno

Questo tipo di legame si verifica nel momento in cui l’idrogeno si lega con un elemento molto elettronegativo e precedentemente legato già ad un altro elemento mediante legame covalente. Ogni molecola di acqua può formare quattro legami.
Questo legame è un legame molto debole ma allo stesso tempo ha una velocità molto bassa per la sua riformazione nel caso di una rottura.
Viene considerata sia come alimento che come nutriente. A livello dell’organismo la troviamo come intracellulare, extracellulare, plasmatica, trans cellulare e interstiziale. Nel feto può arrivare oltre all’80%. Prevalentemente è distribuita a livello dei muscoli, della cute e del fegato. Può essere ingerita o tramite gli alimenti o come bevanda. Viene persa attraverso feci, polmoni, urine e sudore.
La disidratazione potrebbe essere di tre tipi ipertonica, isotonica e ipotonica (se la quantità di acqua persa è minore alla perdita dei sali). Le alterazioni causate da questa disidratazione possono dare nei casi più gravi vertigini, spasmi muscolari, coma e morte se arriviamo a valori superiori del 7%. L’acqua negli alimenti è abbondante nella frutta fresca, ortaggi, latte, carne, formaggio a scemare.
Hai bisogno di aiuto in Biochimica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email