La digestione è la demolizione delle molecole alimentari in molecole semplici a partire dalla bocca (dove il cibo viene frantumato dai denti e ingerito attraverso la saliva), prosegue nell'esofago (un tubo di 25 cm) attraverso la faringe (che si collega al canale digerente e a quello respiratorio), continua nello stomaco (organo a forma di sacco che contiene il cibo una volta privato dei batteri grazie ai succhi gastrici e dopo il cibo diventa semiliquido e attraverso peristalsi prosegue più giù), continua nell'intestino tenue (il cibo giunge al duodeno, un tubo lungo 25 cm e poi passa nel pancreas dove il cibo è scisso nell'amido attraverso l'amilasi pancreatica e nei grassi attraverso la lipasi) e nell'intestino crasso (dove arriva l'acqua e il cibo)
e termina nell'ano (i residui non digeriti sono espulsi attraverso le feci).

Malattie del sistema digerente

Diverse sono le malattie di questo sistema:
-la gastrite, ossia l'infiammazione della mucosa dello stomaco causata da un eccesso di succhi gastrici o dell'aggressione di un batterio chiamato Helicobacter pilori, che comporta dolore, bruciore e gonfiore;

-l'ulcera, ossia la lacerazione dello stomaco dovuta all'aggravarsi della gastrite e si può curare con dieta povera di cibi acidi e ricca di cibi basici;
-le epatiti che coinvolgono il fegato; ce ne sono di diverse: epatite A (causata da un virus presente negli alimenti o nell'acqua contaminata e provoca nausea, febbre e ittero=pelle gialla), epatite B e C (provocano lesioni al fegato come la cirrosi epatica e il cancro e sono causate da sangue infetto e strumenti non sterilizzati), epatite D (causata da un virus e presente con l'epatite B) ed epatite E (diffusa nelle zone tropicali e presente con l'epatite A). Mentre le epatiti A, D ed E sono guaribili, quelle B e C sono più gravi;
-l'appendicite causata dalla presenza di feci nell'appendice (estroflessione dell'intestino crasso) e provoca dolore e gonfiore; qui si deve intervenire chirurgicamente per evitare che le feci si riversino nella cavità addominale;
-la colite, causata dall'infiammazione del colon e provoca dolori addominali, diarrea e stitichezza.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email