Ominide 4103 punti

Sangue

La pressione sanguigna corrisponde alla forza che il sangue esercita sulle pareti dei vasi sanguigni. Generata dal battito del cuore, questa pressione è la principale forza che spinge il sangue dal cuore ai letti capillari, passando attraverso le arterie e le arteriole.
Quando i ventricoli si contraggono, il sangue viene convogliato nelle arterie più velocemente di quanto possa scorrere nelle arteriole; ciò dilata le pareti elastiche delle arterie. Potete sentire questo effetto della pressione sanguigna quando misurate la frequenza cardiaca, rilevando le vostre pulsazioni; la pulsazione è la dilatazione ritmica delle arterie causata dalla pressione del sangue spinto nelle arterie.
La pressione è alta durante la contrazione dei ventricoli (pressione sistolica), mentre si abbassa durante la diastole; le pareti elastiche delle arterie restituiscono al sangue l’energia ricevuta dalla contrazione del cuore, comprimendolo e spingendolo in avanti fino alle arteriole e ai capillari.

La pressione sanguigna dipende, in parte, dalla gittata cardiaca (il volume del sangue che, in un minuto, il ventricolo sinistro pompa nell’aorta) e, in parte, dalla resistenza al flusso sanguigno operata dallo stesso lume dalle arteriole.
Il diametro delle arteriole è controllato dalla loro muscolatura liscia: quando la muscolatura si rilassa le arteriole si dilatano, il sangue scorre in esse può rapidamente e la pressione sanguigna diminuisce.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email