Ominide 4479 punti

L'aria è una miscela di gas che esercita al suo interno una pressione detta pressione parziale dell'ossigeno. La respirazione polmonare data dal movimento dei muscoli situati tra le costole della gabbia toracica chiamati muscoli intercostali e del diaframma. Ogni atto respiratorio si articola nella fase di:
-inspirazione in cui l'aria entra nei polmoni,i muscoli intercostali si contraggono e il diaframma si abbassa. La gabbia toracica aumenta di volume e i polmoni sono costretti ad espandersi.
La funzionalità polmonare viene valutata con la spirometria che misura i volumi d'aria nella respirazione. La capacità polmonare totale corrisponde a 4.2 L per le donne e 6 L per gli uomini. Durante la respirazione non avviene un completo ricambio d'aria. I polmoni non possono essere svuotati completamente infatti rimane dell'aria residua che si mescola con quella inspirata scaldandola e permette uno scambio continuo di ossigeno. La capacità vitale è invece la massima quantità d'aria che può essere scambiata in un singolo atto respiratorio. Volume di riserva inspiratorio il massimo che si può inspirare dopo un'inspirazione normale e quello espiratorio il massimo che si può espirare dopo un'espirazione normale.

Il ritmo della respirazione e l'insensità dei singoli atti respiratori aumenta modificando la ventilazione polmonare. Tutto ciò è controllato da centri nervosi situati nel midollo allungato dell'encefalo. Questi regolano l'attività respiratoria in base ai recettori nervosi che rilevano variazioni della concentrazione dei gas respiratori nel sangue.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità