Kanakin di Kanakin
Eliminato 1338 punti

I neuroni

L'unità strutturale e funzionale del sistema nervoso è una cellula altamente specializzata, chiamata neurone.
Negli animali più complessi i neuroni possono essere distinti, in base alla loro funzione, in neuroni sensitivi, neuroni motori e neuroni di associazione, che differiscono strutturalmente tra loro ed esercitano un diverso tipo di conduzione dell'impulso.
I neuroni sensitivi (o afferenti) trasmettono gli impulsi dai recettori a un centro coordinatore (generalmente, il cervello o il midollo spinale). I neuroni motori (o efferenti) trasmettono gli impulsi dal cervello o dal midollo spinale agli effettori. I neuroni di associazione (chiamati anche interneuroni) collegano, nel cervello e nel midollo spinale, i neuroni sensitivi ai neuroni motori; poiché negli animali più semplici sono assenti, in questo caso i neuroni sensitivi stimolano direttamente i neuroni motori (in alcuni organismi semplici un unico neurone svolge la funzione di raccogliere lo stimolo e di trasmetterlo direttamente all'effettore).

Nei vertebrati, un neurone tipico è costituito da tre parti principali: il corpo cellulare, l'assone e i dendriti. Il corpo cellulare, contenente il nucleo circondato dal citoplasma, è appunto simile alle altre cellule del corpo. L'assone (o neurite) è un sottile prolungamento che conduce gli impulsi provenienti dai corpo cellulare; ramificato all'estremità, termina con numerosi rigonfiamenti, detti vescicole sinaptiche o bottoni sinaptici (la sinapsi è il tipo di congiunzione che si stabilisce tra una cellula nervosa e l'altra o tra una fibra nervosa e l'organo periferico di reazione). Anche i dendriti sono prolungamenti del corpo cellulare, ma più corti e più ramificati rispetto all'assone e conducono gli impulsi verso il corpo cellulare. Il percorso degli impulsi è dunque il seguente: dendriti -corpo cellulare - assone - dendriti di un altro neurone (o direttamente all'effettore).
L'assone è spesso rivestito dalla guaina mielinica; la mielina è una sostanza grassa in grado di accrescere la velocità di conduzione dell'impulso e di fungere da isolante.
La guaina mielinica è costituita dalla membrana di speciali cellule, le cellule di Schwann, che avvolgono l'assone con funzioni protettive e nutritive. Brevissimi intervalli non ricoperti di mielina tra le singole cellule di Schwann, detti nodi di Ranvier, come la guaina mielinica contribuiscono alla rapidità della conduzione; i neuroni sprovvisti di tali strutture, infatti, conducono gli impulsi molto più lentamente, così come assoni di maggior diametro effettuano una conduzione più rapida rispetto a quelli di diametro minore. Un assone dotato di guaina mielinica viene definito fibra nervosa: un fascio di fibre nervose, protetto da tessuto connettìvo, costituisce un nervo.
La forma dei neuroni è molto varia; nel corpo umano, alcuni neuroni sono cellule lunghe e sottili, mentre altri, per esempio i neuroni di associazione del cervello e del midollo spinale, sono molto corti e fitti. In modo analogo,
la quantità e le dimensioni di assoni e dendriti variano in base al tipo e alle funzioni dei neuroni, ma tutti indistintamente si avvalgono del medesimo meccanismo di conduzione dell'impulso.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email