Video appunto: Generalità sugli epiteli di rivestimento
Gli epiteli di rivestimento fanno parte di una categoria più ampia di tessuto, i tessuti epiteliali in senso lato, che comprendono anche gli epiteli ghiandolari e sensoriali. Possono essere enunciati alcuni principi organizzativi comuni a tutte le varietà di rivestimento epiteliale: gli epiteli di rivestimento formano barriere ininterrotte, che separano ambienti ben distinti, ad esempio superfici interne da superfici esterne, oppure cavità interne al corpo da una parte rispetto ad altri tessuti dall’altra.
Salvo rare eccezioni, gli epiteli di rivestimento poggiano sempre sul tessuto connettivo. È importante sottolineare che tra l’epitelio e il connettivo è presente una struttura intermedia, la lamina basale che non è fatta di cellule, è infatti una componente della matrice extracellulare.

A sua volta il connettivo è a diretto contatto con altri tessuti come muscolo, osso, cartilagine. Sul lato sinistro dell’immagine sono indicati alcuni esempi di ciò che si può trovare a contatto con un rivestimento epiteliale:
-aria, ossia ciò che circonda il corpo esternamente;
-aria, bolo alimentare, bile, urina, sperma che sono contenuti in cavità interne o sono sostanze contenute in cavità comunicanti con l’esterno (tratto alimentare, vie aeree, tratto urogenitale);
-sangue, linfa, liquor che appartengono a cavità interne che sono interamente separate dal mondo esterno.