Ominide 17058 punti

Le funzioni dei muscoli


Produrre movimento è la funzione comune a tutti i tipi di tessuto muscolare, ma il muscolo scheletrico svolge nell’organismo anche altri tre ruoli importanti: mantiene la postura, stabilizza le articolazioni e genera calore.
• La produzione di movimento. Quasi tutti i movimenti del corpo umano sono dovuti alla contrazione muscolare.
La mobilità del corpo nel suo insieme rispecchia l’attività dei muscoli scheletrici, che sono responsabili di tutte le azioni di locomozione (per esempio, camminare, nuotare, fare sci di fondo) e di tutte le manovre. I muscoli scheletrici ci mettono in grado di rispondere prontamente alle modificazioni dell’ambiente esterno. Per esempio, la loro velocità e la loro forza ci permettono di saltare fuori dal percorso di un’automobile sfuggita al controllo e poi di seguire con gli occhi la sua traiettoria. Ci consentono anche di esprimere le emozioni con il linguaggio senza parole dei sorrisi e dell’aggrottare le sopracciglia.
Sono differenti dal muscolo liscio delle pareti dei vasi sanguigni e dal muscolo cardiaco del cuore che operano insieme nel fare circolare il sangue e mantenere la pressione sanguigna, e dal muscolo liscio degli altri organi cavi che fa progredire liquidi (urina, bile) o altro (cibo, un bambino) lungo vie interne del corpo.

• Il mantenimento della postura. Raramente siamo coscienti delle attività dei muscoli scheletrici che mantengono la posizione del corpo. Eppure essi agiscono pressoché continuamente, effettuando un piccolo assestamento dopo l’altro, in modo che possiamo man-tenere una posizione eretta o seduta nonostante l’interminabile attrazione verso il basso esercitata dalla gravità.
• La stabilizzazione delle articolazioni. Per quanto i muscoli scheletrici operino una trazione sulle ossa determinando i movimenti, servono anche a stabilizzare le articolazioni dello scheletro. Infatti i tendini dei muscoli sono estremamente importanti nel rinforzare e stabilizzare le articolazioni in cui le superfici articolari si adattano scarsamente (per esempio, l’articolazione della spalla).
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email