Ominide 2005 punti

Aorta - Ascendente, toracica e addominale


Le vene che drenano gli organi digestivi, la milza e il pancreas e immettono il sangue nel fegato attraverso la vena porta costituiscono la circolazione portale del fegato. Subito dopo un pasto, il sangue della vena porta contiene grandi quantità di sostanze nutritizie. Poiché il fegato ha un ruolo cruciale per l’organismo nel mantenere le adeguate concentrazioni di glucosio, grassi e proteine nel sangue, questo sistema «opera una deviazione» per assicurare che il fegato elabori tali sostanze prima che passino nella circolazione sistemica.
Mentre il sangue scorre lentamente attraverso il fegato, parte delle sostanze nutritizie è assunta dalle cellule epatiche per essere immagazzinata, o elaborata in vari modi. Il sangue che proviene dal fegato si raccoglie nelle vene epatiche, che si versano nella vena cava inferiore. Va notata la presenza di due letti capillari nel sistema portale. Le sostanze nutritizie e le tossine che passano nei capillari dello stomaco e dell’intestino vengono trasportate al fegato per essere elaborate dalle cellule epatiche. Dai sinusoidi epatici il sangue procede fino alle vene epatiche e alla vena cava inferiore. I principali vasi che compongono il sistema portale, che portano cioè il sangue alla vena porta. La vena splenica, mesenterica inferiore e superiore si uniscono formando la vena porta. La vena gastrica sinistra sbocca direttamente nella vena porta.

Poiché nel feto i polmoni e l’apparato digerente non sono ancora funzionanti, la nutrizione, l’escrezione e gli scambi gassosi avvengono tutti attraverso la placenta. Le sostanze nutritive e l’ossigeno passano dal sangue materno al sangue fetale, mentre i prodotti di rifiuto fetali passano nella direzione opposta. Il cordone ombelicale contiene tre vasi sanguigni: una grande vena ombelicale e due arterie ombelicali più piccole. La vena ombelicale trasporta al feto sangue ricco di sostanze nutritizie e di ossigeno. Le arterie ombelicali trasportano sangue ricco di diossido di carbonio e di prodotti di rifiuto dal feto alla placenta. Nel portarsi verso l’alto in direzione del cuore del feto, la maggior parte del sangue passa attraverso il dotto venoso, evitando il fegato immaturo, ed entra nella vena cava inferiore che porta il sangue all’atrio destro del cuore.
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email