Video appunto: Cinto scapolare, struttura e funzioni

Cinto scapolare, struttura e funzioni



Gli arti del corpo umano, inferiori e superiori hanno una struttura simile. Presentano un cingolo o cinto con la funzione di collegare alla colonna vertebrale una serie di ossa lunghe. Queste poi presentano all’altra estremità un insieme di ossa più piccole specializzate.
Per gli arti superiori il cingolo di ossa è detto scapolare. Il nome deriva dall'osso più grande che lo forma, la scapola, situata al livello posteriore della gabbia toracica. La scapola insieme alla clavicola forma l'articolazione della spalla che collega l'omero al corpo superiore. Questo è anche il primo osso lungo del nostro arto superiore. Tutte le ossa del cinto scapolare sono legate strettamente al tronco mediante muscoli e legamenti. L'arto superiore è formato dal braccio, dall’avambraccio e dalla mano. L'omero del braccio si articola con le due ossa lunghe dell'avambracci, il radio e l'ulna. Il carpo mette poi in collegamento le ossa dell'avambraccio con quelle della mano che sono il metacarpo e le falangi.
Le articolazioni dell'arto superiore sono 3: la spalla e il gomito e il polso. Si tratta di articolazioni dotate di mobilità elevata ma meno forti rispetto a quelle dell'arto inferiore. La loro funzione è quella di garantire un'ampia possibilità di movimento una presa forte e ed elevata capacità di manipolazione, piuttosto che una notevole resistenza agli sforzi. L’omero è alloggiato in un incavo meno profondo rispetto a quello in cui si trova il femore nell’anca. Grazie a questo collegamento l’articolazione del braccio ha un’ampia gamma di movimenti ma è molto vulnerabile alle slogature. Il gomito permette movimenti detti a cerniera, e anche più ampi movimenti di torsione.
Le ossa dell’avambraccio si collegano a quelle della mano mediante l’articolazione del polso che è un'articolazione di tipo sinoviale. È dotata di grande mobilità, permette l’interazione delle ossa del carpo con le due faccette articolari dell'estremità distale del radio. Le ossa del carpo nella fila prossimale, quelle cioè più vicine al radio sono: lo scafoide, il semilunare, il piramidale e il pisiforme. Nela fila distale, quelle vicine al metacarpo sono: il trapezio, il trapezoide, il capitato e l’uncinato. Completano le ossa dell’arto superiore le falangi delle dita.