Video appunto: Ciclo di legame muscolare

Ciclo di legame muscolare



Il ciclo di legame (flessione, distacco e distensione) si ripete numerose volte durante la contrazione. L’interazione ciclica tra actina e miosina è un processo che date le giuste condizioni è spontaneo e inarrestabile. Quindi come fa il muscolo a non contrarsi? Per capire cosa fa
la differenza in un muscolo rilassato e in un muscolo che si contrae bisogna osservare nel dettaglio l’organizzazione del filamento di actina.
L’actina è composta da numerosissime subunità globulari di G- actina, organizzate in una sorta di doppia elica, l’intero filamento si chiama F-actina. Tropomiosina e troponina sono ulteriori componenti: l’elica di tropomiosina a riposo è sistemata in modo tale da ostruire i siti di legame per la miosina. Il segnale che dà avvio alla contrazione è un innalzamento dei livelli
citosolici dello ione calcio (fig.16): in conseguenza del legame dello ione calcio con la troponina si assiste ad uno spostamento della tropomiosina dalla sua sede di riposo, che comporta l’esposizione dei siti di legame per la miosina, che, legandosi, darà avvio al ciclo di azione della miosina sull’actina precedentemente descritto. . L’innalzamento dei livelli citosolici di calcio, necessario per attivare la miosina, dipende dal rilascio dello ione da parte del reticolo sarcoplasmatico, dove si trova concentrato a livelli molto superiori rispetto al citosol.