Ominide 11698 punti

Apparato endocrino

Appunto di produzioni animali per l’istituto agrario. Descrive le sue parti: Ipofisi, L’epifisi, la tiroide e la sua attività l’adenoipofisi.
L’apparato endocrino è costituito da organi ghiandolari, gli ormoni, che hanno la proprietà di regolare a distanza le funzioni di altri organi. La funzionalità dell’intero organismo viene così regolata, oltre che per via nervosa anche per via umorale.
Ipofisi è posta alla base dell’encefalo, è costituita da due parti: l’adenoipofisi e la neuroipofisi.
Nell’adenoipofisi si distinguono: le cellule acidofile producono l’ormone della crescita, le cellule basofile gli ormoni gonadotropi e l’ormone tireo-stimolante (TSH)
L’epifisi è un corpicciolo di natura nervosa. Nel suo parenchima, oltre a fibre nervose sono presenti particolari cellule, i pinealociti che secernono melatonina e nei quali è presente anche noradrenalina e serotonina. La melatonina ha azione inibitrice sull’attività sessuale.

Tiroide è una ghiandola, posta a ridosso dei primi anelli tracheali, varia nelle diverse specie. Il tessuto ghiandolare della tiroide ha struttura follicolare. Nei mammiferi nei quali sia stata asportata la tiroide o sia ridotta la sua funzionalità (ipotiroidismo) presentano minore reattività agli stimoli esterni, sonnolenza, rallentamento di tutti i processi fisici e mentali, minore resistenza al freddo, diminuzione dell’attività sessuale, della secrezione lattea e dell’accrescimento osseo. Opposto è Ipertiroidismo, che si manifesta in seguito a somministrazione di ormoni tiroidei in un soggetto a normale funzionalità tiroidea o per eccesso di attività della ghiandola.
L’attività tiroidea è sotto il controllo dell’ormone tireotropo (TSH) dell’adenoipofisi che stimola la sintesi degli ormoni tiroidei. Un aumento del tasso ematico di questi ultimi inibisce la secrezione di TSH: la tiroide cessa momentaneamente di produrre ormoni, per cui scende ai valori normali il loro tasso nel sangue.
Nel caso in cui la mancanza di iodio non consenta la sintesi degli ormoni tiroidei, viene a mancare il controllo che questi esercitano sull’attività tireotropa della adenoipofisi che continua a produrre TSH per cui la tiroide diventa ipertrofica. L’abnorme aumento di volume della tiroide porta alla comparsa del gozzo.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Metti mi piace per copiare
Sono già fan
oppure registrati
Consigliato per te
Maturità 2018: come si fa il saggio breve? La guida completa