Ominide 21 punti

Il packaging non è altro che qualsiasi materiale e forma volto a contenere un prodotto. Le radici del packaging moderno sono da ricercare nella Rivoluzione Industriale, la meccanizzazione del ciclo produttivo e la produzione di massa portarono a un’enorme crescita del volume dei prodotti immessi sul mercato e di conseguenza la necessità della loro conservazione. L’evoluzione dei processi produttivi, delle tecniche e nuovi materiali, permettono oggi la realizzazione di qualsiasi contenitore, di ogni forma e dimensione, per qualsiasi tipologia di prodotto. Il prodotto influenza le caratteristiche del packaging e la ricerca di nuovi sistemi di confezionamento e conservazione favorisce la realizzazione di prodotto con nuove caratteristiche. Ne esistono di diversi tipi: primario ( a diretto contatto con il prodotto, per esempio il cartone del latte), secondario (contiene più prodotti, come il cartone della birra) e terziario (volto al trasporto, come gli imballaggi). Le caratteristiche che il packaging sono:

-semplicità :facilità di utilizzo. Un design minimalista ed ergonomico premia sempre. I consumatori, infatti, si aspettano dalle confezioni dei loro alimenti preferiti che occupino poco spazio, siano facili da rimuovere e proteggano l’alimento;
-sostenibilità: un buon packaging è quello studiato per mantenere più a lungo le proprietà organolettiche del cibo e conservarlo al meglio;
-personalizzazione: come le operazioni di “Share a Coke” che, qualche tempo fa, permetteva di personalizzare la propria lattina di Coca Cola.

Hai bisogno di aiuto in Telecomunicazioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email