Programmare con una macchina utensile

Si può definire programma l’insieme delle istruzioni necessarie per una lavorazione con una macchina utensile a controllo numerico.
●Le istruzioni sono contenute nel programma sotto forma di:
-Carattere (numero, lettera)
-Indirizzo (C’è la lettera che identifica il tipo di istruzione G, F, X)
-Parola (indirizzo seguito da un valore numerico)
-Blocco (l’insieme di parole disposte su una riga)

Da ricordare che una lavorazione, semplice o complessa che sia, va divisa in tante operazioni elementari. Una passata di tornitura, ad esempio, viene considerata dal programma come una catena di operazioni singole e distinte.

●Di seguito le varie funzioni per programmare una macchina utensile a controllo numerico:

-Funzioni preparatorie: tali funzioni servono per predisporre la macchina all’esecuzione di determinate operazioni, che riguardano soprattutto le operazioni di moto e percorso dell’utensile.

-Funzioni ausiliarie: queste funzioni attivano i comandi ausiliari di tipo On - Off.

-Dati dimensionali: identificano le coordinate dei punti nella traiettoria lungo gli assi caratteristici.

-Funzioni tecnologiche: tali funzioni predispongono i parametri tecnologici della lavorazione (scelta dell’utensile, valori di velocità di taglio e altro).

-Funzioni utensile: questa funzione “T” richiama in posizione di lavoro l’utensile scelto per la lavorazione.

-Funzioni modali e non: le funzioni sono modali quando rimangono attive finché una precisa istruzione non le disattiva; invece, sono non modali, se hanno soltanto effetto nel blocco in cui compaiono.

Hai bisogno di aiuto in Meccanica e macchine?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email