Ominide 643 punti

L'unità biostratigrafica


L'unità biostratigrafica è un insieme di strati definito in base alla presenza di fossili. La distribuzione di fossili negli strati rocciosi è sicuramente significativa se questi sono contemporanei alla sedimentazione (fossili autoctoni), poiche forniscono indicazioni precise sul tipo di ambiente sedimentario.
In altri casi il ritrovamento dei fossili non è significativo in quanto è possibile che essi si siano originati in altre zone, prima della loro cementazione all'interno della roccia (fossili alloctoni), oppure perché si tratta di fossili, erosi da strati di rocce più vecchie, che vengono rideposti e ricementati in sedimenti più giovani (fossili rimaneggiati) unita biostratigrafica fondamentale è la biozona (o zona biostratigrafica), che viene definita in base al fossile o all'associazione di fossili presente
Particolare importanza rivestono i resti di organismi rapidamente e che si sono estinti altrettanto rapidamente in modo tale da essere attribuiti a un periodo preciso della storia geologica. fossili con queste caratteristiche vengono definiti fossili guida.
Possiamo pertanto affermare che due strati sedimentari che si trovano in due zone diverse contengono gli stessi fossili guida si sono dettati nello stesso periodo geologico pagina seguente) siamo in questo modo n grado di individuare delle corrispondenze temporali (correlazioni tra rocce affioranti in diverse località. Tra i fossili guida più importanti citiamo i trilobiti, gli ammoniti ,nummuliti.
Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove