Ominide 395 punti

Geoologia - Struttura dei non silicati


La loro quantità nella crosta terrestre non supera l'8%.

Gli elementi nativi sono composti da un solo elemento chimico e sono piuttosto rari nella crosta terrestre. Esempi: Oro, Argento, Rame.

I solfuri sono minerali importanti per l'estrazione di molti metalli che si trovano combinati con lo zolfo. Esempi: Pirite, galena, sfalerite.

Gli algidi sono minerali che si formano cristallizzazione a partire da soluzione salina in seguito ad evaporizzazione del solvente. Molti si ritrovano come componenti essenziali di rocce chiamate evaporiti. Esempio: salgemma.

Gli ossidi e gli idrossidi sono minerali in cui un elemento è combinato con l'ossigeno, gruppi ossidrile (OH-), molecole di H2O.
Esempi: ematite, magnetite, minerali da cui si estrae il ferro; la brucite, molto usata per l'estrazione del magnesio metallico; la bauxite viene utilizzata per l'estrazione dell'alluminio; il quarzo si classifica come un ossido se si considera la sua composizione chimica, come un silicato se si tiene conto della sua struttura.

Nei fosfati è presente lo ione ortofosfato. Esempio: apatite.

I carbonati si formano principalmente per processi chimici e biochimici in acque marine e continentali. Esempio: calcite e dolomite.

I solfati si distinguono in anidri e idrati, si generano prevalentemente per precipitazione. Esempio idrati: gesso. Esempio anidri: anidride, barite.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email