Ominide 817 punti

Riassunto sull’idrosfera continentale

Il ciclo dell’acqua è un processo che consente all’acqua di lasciare l’oceano globale, immettersi nell’atmosfera, arrivare nelle terre emerse e infine ritornare all’oceano globale.
Il motore di questo ciclo è il sole che produce tanta energia. L’energia solare riscaldando il nostro pianeta permette che si verifichino i cambiamenti di stato dell’acqua. Il calore provoca l’evaporazione dell’acqua, si forma tanto vapore acqueo che viene trasporto dal vento. Raffreddandosi, il vapore si condensa in piccole gocce che formano le nuvole e poi tornano sulle terre emerse (alcuna evapora, altre vengono assorbite dalle radici e rilasciata nell’atmosfera- traspirazione-, riserve sotterranee di acqua – le falde idriche- che probabilmente torna in superficie e finisce nei corsi d’acqua che la portano verso il mare) e nel mare attraverso le precipitazioni.

L’acqua nel terreno e nelle rocce. Il suolo è il primo strato della crosta terrestre, non ha una struttura compatta. Più spazi ci sono più il suolo è poroso. Se le rocce sono anch’esse permeabili e presentano fratture l’acqua può continuare a scorrere nel sottosuolo fino a che non incontra delle rocce impermeabili che le impediscono di continuare e così origina una falda idrica. Le falde idriche che sono delimitate da uno strato permeabile e uno impermeabile vengono chiamate falde freatiche. Se le acque si raccolgono tra due strati di roccia impermeabile vengono dette falde artesiana. La permeabilità del suolo e delle rocce dipende dalla dimensione, dalla forma e dalle particelle di cui sono formati. Porosità: più le particelle sono piccole più potranno stare vicine e più i pori saranno piccoli nei quali poi l’acqua dovrà infiltrarsi. Strato roccioso impermeabile affiora lungo un versante l’acqua esce e forma una sorgente e la portata è la quantità di acqua che passa in una sezione del fiume in un secondo (portata magra e portata piena, se l’acqua è tanta da uscire si ha un esondazione). Le sorgenti possono avere temperature differenti e con un contenuto diverso di sostanze disciolte per questo le acque si dicono: acqua potabile , acqua minerale (fredda, più ricca di sali) , acqua termale (calda), acqua termominerale (calda, più ricca di Sali).
L’acqua calda delle sorgenti può dipendere dal fatto che le falde si trovano in profondità oppure dalla vicinanza di un serbatoio magmatico.
I fiumi sono corsi d’acqua perenni, dove l’acqua scorre tutto l’anno, sono alimentati da sorgenti. I torrenti invece sono corsi d’acqua che si prosciugano. Il percorso del fiume spesso inizia da una sorgente e finisce nel mare con la foce; Altri finiscono in altri fiumi e si dicono affluenti; altri finiscono nel laghi e vengono detti immissari mentre i fiumi che escono dai laghi vengono detti emissari. La lunghezza del fiume dipende dalle caratteristiche della zona in cui sono. Bacino idrografico territorio dove le acque alimentano un corso d’acqua. Il bacino idrografico è delimitato da una linea che si chiama linea spartiacque che separa le acque di quel bacino con le acque di un altro bacino. Sistema fluviale è costituito dal corso d’acqua principale e tutti i suoi affluenti.
Velocità dell'acqua: in montagna più veloce, scendendo nella valle rallenta, vicino alla fonte velocità molto minore rispetto a prima. Questo dipende dalla pendenza. Erosione: la corrente scava le rocce in cui scorre.
I ghiacciai sono masse di ghiaccio che si muovono sotto spinta del proprio peso. Limite delle nevi permanenti quota dove la neve caduta in inverno non si scioglie in estate. Ghiacciai di tipo alpino partono da una grande conca nella roccia (un circo) e scendono verso la valle con lingua. Ghiacciai di tipo pirenaico più piccoli e non hanno lingue. I ghiacciai odierni sono quelli che rimangono dalla grande glaciazione iniziata 2,6 milioni di anni fa. L’antartico e la Groenlandia sono totalmente ricoperti di calotte glaciali.

Il lago. È una massa d’acqua che occupa una depressione della superficie terrestre. Alcuni laghi non hanno emissari e qui la perdita d’acqua dipende da evaporazione e causa una maggior salinità dell’acqua. Se il lago nn ha immissari all’alimentazione del lago ci pensano le precipitazioni e le acque sotterranee. I laghi sono destinati a scomparire, questo perchè vengono ricoperti dai detriti portati dalle acque che finiscono nel lago. I laghi mostrano caratteristiche differenti a seconda del processo che ha generato la depressione lacustre.

L’acqua come risorsa. È una risorsa naturale cioè un bene che utilizziamo x i nostri bisogni. Quasi tutta l’acqua che usiamo è dolce. La disponibilità continua di acqua è garantita dal ciclo idrologico che alimenta continuamente i serbatoi idrici naturali (l’acqua dolce è una risorsa rinnovabile). I tempi necessari x rifornire i serbatoi possono essere lunghi e l’eccessivo sfruttamento porta l’acqua a diventare una risorsa non rinnovabile. Due litri al giorno di acqua sono sufficienti a garantire la sopravvivenza di un umano. Ma oggi la civiltà ne richiede molta di più (nel 2009 in italia siamo arrivati a 2900 litri al giorno x abitante)

Mondo: 10% uso domestico, 20% industria, 70% agricoltura
Italia: 18% u.d., 34% ind, 70% agri.
India: 5% u.d., 3% ind., 92% agri.
Regno unito: 20% u.d., 77% ind.,3% agri.

Come risparmiare l’acqua. 1) Irrigazione (il 50% dell’acqua evapora) si potrebbe moderare l’acqua e irrigare solo quando necessario; 2) il prezzo dell’acqua dovrebbe aumentare come ogni risorsa che scarseggia; 3) oltre al risparmio idrico ci sono altri metodi x aumentare le riserve d’acqua: 3a) sbarrare i corsi d’acqua con le dighe (costo elevato e effetti negativi con l’ambiente); 3b) desalinizzazione acqua marina (richiede consumo energia elettrica e deve essere trasportata nel luogo del consumo e così aumento prezzo). Utilizzazione energia dei fiumi. Energia idraulica negli impianti idroelettrici, che utilizza l’energia dell’acqua nel passaggio da una quota superiore a una inferiore. Impianti ad acqua fluente fiumi di pianura caratterizzati da una portata considerevole, mentre impianti a bacino sfruttano il salto (dove si fanno dighe). Grazie al movimento dell’acqua si produce energia elettrica.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email