Le rocce magmatiche

All'interno della Terra, a profondità variabili in alcune zone della crosta e del mantello, vi sono rocce allo stato fuso che formano il magma.
In genere, il magma tende a risalire verso la superficie, si raffredda e solidifica lentamente all'interno della crosta. Se invece riesce ad aprirsi un varco nelle rocce sovrastanti, fuoriesce sulla superficie terrestre.
Traboccando all'esterno, il magma perde i suoi componenti gassosi più volatili e forma una massa fluida chiamata lava, che si raffredda e si solidifica velocemente.

Le rocce magmatiche,o ignee si formano in seguito alla solidificazione dei magmi. Esse si distinguono in intrusive se derivano da magmi solidificati all'interno della crosta ed effusive se derivano dalla solidificazione di lave, ovvero di magmi fuoriusciti in superficie.

Da un punto di vista chimico, le rocce magmatiche sono costituite da silicati, formati soprattutto da silicio e ossigeno, cui si aggiungono in misura minore molti altri elementi tra cui l'alluminio, il ferro, il magnesio, il calcio, il sodio e il potassio. I silicati costituiscono i minerali più abbondanti della crosta terrestre.

Combinandosi assieme, silicio e ossigeno formano l'ossido di silicio, chiamato anche silice, un composto chimico molto comune nella crosta terrestre.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email