By Simy di By Simy
Sapiens Sapiens 1273 punti

13,7 miliardi di anni fa non c’era un “prima”, c’era il nulla. Tutto l’universo si concentrava su un punto, caratterizzato da massa e temperature elevatissime, quando questo punto è esploso, è avvenuto il “Big Bang”, che consiste in 3 eventi:
1. Il materiale si frantuma;
2. Il materiale si disperde;
3. Libera una notevole quantità di calore, e si inizia a raffreddare.
Quando è avvenuta l’esplosione si sono formate le cellule subatomiche, che avvicinandosi per forza di attrazione universale, crearono gli atomi, da cui si sono creati i primi “granelli”, le prime “rocce”, le prime “stelle”.
Forza di attrazione universale: considerando due corpi di massa, M1 e M2, posti ad una certa distanza, questi si attraggono reciprocamente con una forza uguale.
F = K x M1 x M2 F = forza; K = costante di attrazione universale; D = distanza
D^2

Al mondo d’oggi l’universo risente ancora della forza di esplosione e si sta ancora espandendo.
Esistono 3 ipotesi sul futuro dell’universo:
1. Universo Aperto, Fe >Fa, fino a quando i corpi celesti si allontaneranno tra di loro;
2. Universo Chiuso, Fe<Fa, e pian piano l'universo comincerà a contrarsi sotto l'azione della propria forza di gravitazione. Le galassie si avvicineranno fino a fondersi tra loro, le stelle anche. Tutto l'universo, ormai composto solo di particelle atomiche e radiazione, collasserà in un unico punto;
3. Universo stazionario, Fe=Fa, è poco conosciuta come teoria, perché è inverosimile che queste due forze abbiano la stessa grandezza in tutti i punti dell’universo.

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email