Ominide 1747 punti

TELESCOPI PER L'OSSERVAZIONE DEL CIELO

Gli strumenti utilizzati per scrutare il cielo sono i telescopi:


    -
  • I telescopi ottici raccolgono le radiazioni nel campo del visibile. Sono costituiti da un obiettivo, che convoglia la luce verso un punto detto fuoco dove si forma l'immagine, e di un oculare, attraverso il quale l'immagine viene osservata;

    • -
    • Nei telescopi ottici a rifrazione l'obiettivo è un sistema di lenti
    • ;
    • Nei telescopi ottici a riflessione la luce è convogliata su uno specchio concavo che convoglia le radiazioni nel fuoco;

    • I telescopi moderni a riflessioni possono essere:

        -
      • in configurazione Newton: la luce entra nel tubo del telescopio, viene riflessa dallo specchio primario (detto anche obiettivo) e viene fatta convergere verso il fuoco principale. Prima di raggiungere il fuoco principale però, la luce viene riflessa da uno specchio secondario, inclinato di 45° che devia i raggi fuori dal tubo, facendoli convergere nel fuoco di Newton;
        -
      • In configurazione Cassegrain: lo specchio secondario è iperbolico e quindi la luce viene riflessa di nuovo verso lo specchio primario nel quale è presente un foro dal quale si può guardare all’interno del telescopio. In questo caso i raggi riflessi vengono convogliati nel fuoco Cassegrain.

    -
  • I telescopi orbitanti colgono anche quelle radiazioni che vengono assorbite dall'atmosfera, perché sono sopra di essa. Il più importante è l'Hubble Space Telescope (HTS)

  • -
  • I radiotelescopi sono sistemi di antenne che consentono di registrare e amplificare le onde radio provenienti dagli astri.
Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email