Sapiens 8239 punti

La stratigrafia


La stratigrafia studia le formazioni, in particolare quelle sedimentarie, per ricostruire gli ambienti e la successione cronologica degli eventi, nel corso della storia geologica della Terra.
Una formazione sedimentaria è costituita da un insieme di strati che si sono formati nello stesso ambiente e nello stesso intervallo di tempo. Uno strato è un volume di roccia che presenta caratteristiche litologiche abbastanza omogenee ed è delimitato da superfici generalmente parallele (giunti di stratificazione). Ogni strato è caratterizzato dalla potenza, cioè dallo spessore, e dalla giacitura, cioè dalla sua posizione, definita da direzione, immersione e inclinazione.
Un gruppo di formazioni ordinate dalla più antica alla più recente forma una successione, o serie stratigrafica. L’insieme dei caratteri litologici e delle associazioni animali e vegetali che caratterizzano una formazione sedimentaria e che rispecchiano l’ambiente sedimentario in cui essa si è originata si chiama facies. Si distinguono tre grandi gruppi di facies: facies continentali, facies marine e facies di transizione.

L’analisi delle strutture sedimentarie permette in genere di identificare il mezzo di trasporto e le condizioni in cui è avvenuta la sedimentazione. Un sedimento può essere classato, mal classato o gradato, a seconda della granulometria. I sedimenti possono presentare strutture diverse:
stratificazione incrociato, ripple mark, strutture poligonali e tracce di bioturbazione.
Interruzioni nel processo di sedimentazione vengono evidenziate, all’interno di una successione stratigrafica, da una lacuna sedimentaria e una relativa discordanza stratigrafica (detta disconformità, quando separa strati con la stessa giacitura; discordanza angolare, quando gli strati Sottostanti la lacuna hanno giacitura diversa da quelli sovrastanti).

L'analisi delle discordanze stratigrafiche e della sequenza di diverse facies permettono di riconoscere trasgressioni (progressiva invasione) e regressioni marine. L’insieme di una successione trasgressiva e di una successione regressiva costituisce un ciclo sedimentario.
Le trasgressioni e le regressioni possono essere il risultato di movimenti tettonici che interessano aree limitate della crosta terrestre, o di un’oscillazione generale del livello degli oceani (movimenti eustatici).

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove