Ominide 113 punti

La quantità di acqua presente sulla Terra è pari a circa 1,45 miliardi di km^3 di acqua. Essa è così distribuita:
1) 95,96% oceani e mari;
2) 4,04% acqua dolce, ovvero:
a) 2,97% ghiacciai e ghiacci polari;
b) 1,05% falde acquifere sotterranee;
c) 0,01% laghi e fiumi
d) 0,001% atmosfera
e) 0,0001% biosfera (acqua presente negli esseri viventi)


Il 95,96% della quantità totale di acqua presente sulla Terra è costituita dai mari e dagli oceani. Esistono 3 importanti oceani: Atlantico, Pacifico e Indiano.
I mari sono, invece, prolungamenti degli oceani in bacini più ristretti.

Le differenze tra oceani e mari
1) gli oceani sono più estesi dei mari;
2) gli oceani sono più profondi dei mari;
3) i fondali oceanici e marini hanno subito processi geologici differenti

4) i mari si insinuano nei continenti, mentre gli oceani si limitano a lambire le coste.

I fondali oceanici


I fondali oceanici sono costituiti da numerose parti che sono, in ordine:
1) piattaforma continentale, cioè un prolungamento nel mare dei continenti costituito da materiali detritici. Ha una profondità di 200 m e costituisce anche il fondo dei bacini marini;
2) scarpate continentali, ovvero pendii ripidi con una profondità di 2000 metri. Esse sono solcate da canyon, modellati dal passaggio di masse di detriti.
3) piane abissali, aree pianeggianti con profondità fino a 6000 metri.
4) dorsali oceaniche, fasce in rilievo (sono più alte delle piane abissali di 2000-3000 metri) solcate da fessure con magma profonde migliaia di chilometri. Qui si origina il nuovo fondo oceanico.
5) rilievi sottomarini, con un'altezza fino a 4000-5000 metri. Possono anche costituire delle isole vulcaniche;
6) fosse oceaniche, profonde fino a 10000 chilometri, dove il fondale si consuma.
Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email