pser di pser
Ominide 5819 punti

GALASSIE, AMMASSI E SUPER AMMASSI
Le stelle sono riunite in dei sistemi più grandi, detti galassie, come ad esempio la via Lattea, che è la galassia cui appartiene il sistema solare o anche Andromeda, che dista due miliardi di anni luce dalla Terra e la piccola e la grande nube di Magellano. All’interno delle galassie distinguiamo: gas, polveri cosmiche e miliardi di stelle legate fra di loro dalla forza di gravità. Le galassie sono suddivise in base alla forma e alle dimensioni in ellittiche, aventi forma ovoidale e costituite da stelle di vecchia formazione, irregolari, costituite da stelle di nuova formazione, e a spirale, che contengono sia stelle di vecchia che di nuova formazione, che presentano un addensamento al centro con dei bracci disposti in maniera concentrica. Le galassie a loro volta formano dei sistemi più grandi detti ammassi: la nostra galassia ad esempio è contenuta nella grande e piccola nube di Magellano, costituita da ben 28 galassie. Esistono però anche dei super-ammassi e degli ammassi stellari. Ogni galassia si muove con un moto di rotazione intorno al centro ed un moto di traslazione, che determina lo spostamento verso un'altra galassia: le galassie si potrebbero unire, deformare oppure potrebbe avvenire un’esplosione di gas, in grado di dar vita a nuove stelle. La via Lattea è una galassia a spirale dal diametro di circa 100000 anni luce che, vista dall’alto sembra una grande ruota che gira vorticosamente, mentre di lato ha la forma di una lente biconvessa: in uno dei bracci a 30000 anni luce dal centro di trova il sistema solare. Attorno al nucleo della galassie a spirale troviamo un alone formato da ammassi stellari, che si dividono in aperti, contenenti stelle di nuova formazione, e globulari, con stelle di vecchia formazione: la via Lattea è costituita da questo tipo di ammasso. Le galassie liberano delle radiazioni come i raggi x e i raggi γ ma vi sono anche delle galassie, dette attive, che ne liberano in quantità anomale, maggiori: sono dette attive in quanto presentano un nucleo molto luminoso e questa luminosità è dovuta al moto vorticoso degli elettroni che seguono le linee di forza del campo magnetico all’interno della galassia. In base ai tipi di radiazione che emettono possiamo suddividere le galassie in: radiogalassie, che emettono onde radio, di Seyfert, che liberano raggi x, e di Marcarian, che liberano raggi ultravioletti. Studiando le galassie aperte inoltre si sono scoperte i quasar (corpi che sono quasi stelle), molto luminosi ma che non sono stelle.

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email