Ominide 4103 punti

La figura storica di Gesù Cristo

La terra delle origini

Stando ai riferimenti storici, abbastanza scarni, contenuti nei Vangeli, Gesù nacque a Betlemme intorno al 5 a.C., sotto l’imperatore Augusto.
La conquista romana della Palestina risaliva ormai al 63 a.c., sotto Pompeo, e da allora era stata concessa a questa regione una sorta di autonomia politica, lasciando al potere i re locali.
Al tempo della nascita di Gesù, regnava Erode il Grande e Roma aveva trasformato la Palestina in una delle sue province con il nome di Giudea. Rappresentante di Roma a Gerusalemme era il Prefetto Ponzio Pilato. La comunità religiosa era retta da un Sommo Sacedote eletto da un Consiglio detto Sinedrio e la sua autorità era riconosciuta da Roma, dal momento che il Senato aveva dichiarato "lecita" la religione ebraica. La situazione era resa confusa e tesa dalla presenza di numerosi movimenti politico religiosi come quello degli esseni , seguaci di una corrente religiosa ebraica che osservava rigidamente le prescrizioni della legge, degli zeloti, animatori della lotta armata contro i romani occupanti, dei sadducei, cui apparteneva l'aristocrazia sacerdotale, principali oppositori della predicazione di Gesù ed estremamente conservatori, e dei farisei, più incline al compromesso con la cultura greca e romana.

Hai bisogno di aiuto in Religione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email