Il cristianesimo è la religione più diffusa perché è universale grazie al Concilio di Trento del 1545 che dichiarò la Chiesa di Roma unica custode della parola di Gesù contenuta nei Vangeli e nella Bibbia. Il capo è il Papa mentre i vescovi partecipano ai concili ecumenici; l'ultimo fu quello tra il 1962 e il 1965 a Roma che stabilì l'atteggiamento più aperto verso i problemi sociali dei fedeli.
La prima Chiesa protestante nacque nel XVI secolo in Germania grazie a Martin Lutero. La riforma luterana rinnovò socialmente l'Europa centro-settentrionale e giudicò validi solo i sacramenti delle Sacre Scritture; inoltre il protestantesimo negò il primato del Papa e riconobbe solo due sacramenti (il battesimo e l'Eucaristia) affermando il sacerdozio universale secondo cui anche i fedeli-e non solo i sacerdoti-sono testimoni del messaggio divino. Questa riforma si diffuse anche in Francia, Svizzera, Ungheria, Paesi Bassi, Polonia, Scandinavia e Scozia.

La prima Chiesa ortodossa nacque nell'XI secolo nell'oriente bizantino come rifiuto dell'autorità e del primato del Papa di Roma riconosciuti con lo Scisma d'Oriente del 1054. In realtà la Chiesa ortodossa è una pluralità di Chiese nazionali e indipendenti aventi una scala gerarchica fissa: diaconi, preti e vescovi. Tutti sono guidati dal patriarca.

Hai bisogno di aiuto in Religione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email