Erectus 1119 punti

Foscolo, Ugo - Vita e contesto storico


Vita di Ugo Foscolo

• Al confine di due epoche: tra il 700 (classicismo, razionalismo, illuminismo, materialismo) e l’800 (illusioni, sentimenti, soggettività, fascino della morte)
• Nato Niccolò nel 1778 a Zante (Grecia), una delle Isole Ionie della Repubblica Veneta
• Madre greca e padre italiano, ideale erede della civiltà classica
• A Spalato ( Dalmazia) frequentò il seminario locale
• A 15 anni si trasferì a Venezia, studiò l’italiano e compose i primi versi in estrema povertà, per lui grande motivo di orgoglio
• Entusiasta della Rivoluzione Francese in termini di libertà, spirito passionale, eroe titanico con posizioni libertarie e ugualitarie
• Si rifugiò sui Colli Euganei per i sospetti del governo oligarchico di Venezia, prima forma di esilio da cui scrisse lettere dell’Ortis
• Fece rappresentare la tragedia Tieste
• Si arruolò a Bologna nelle file della Repubblica Cispadana
• Scisse l’ode Bonaparte Liberatore : Napoleone per Foscolo fu portatore di libertà ma il Trattato di Campoformio rappresentò per lui una grande delusione storica
• Si sviluppò in lui l’idea di morte come salvezza e porto di quiete a cui però il poeta non si abbandonò mai in virtù del suo ideale eroico
• Scappò da Venezia spostandosi a Milano dove strinse amicizia con Parini e Monti
Monti gli permise di ottenere la Cattedra di Eloquenza all’Università di Pavia dopo esperienze amorose e militari
• SI attirò inimicizie a causa delle sue posizioni antinapoleoniche
• Dopo La battaglia di Waterloo gli venne proposta la direzione della rivista “Biblioteca Italiana” periodico letterario pubblicato a Milano dal 1816 al 1840 con ruolo decisivo nell’economia del primo Risorgimento italiano le cui tematiche determinarono la nascita del Conciliatore a opera di Silvio Pellico e Giovanni Berchet
• Rifiutò di adeguarsi al nuovo regime esiliandosi in Svizzera dove ebbe attriti con alcuni italiani e successivamente a Londra
• Nella capitale della Svizzera pubblicò le Vestigia della storia del sonetto italiano, Didimi clerici prophetae minimi Hypercalypseos liber singularis (l'Ipercalisse) e la terza edizione dell'Ortis
• Per mantenersi produsse saggistica sulla letteratura italiana con posizione critica verso la contemporanea scuola romantica e milanese
• Spese i suoi ultimi giorni nei sobborghi londinesi traducendo l’Illiade e morì a 49 anni nel 1827
• I suoi resti vennero portati in Italia, presso la Basilica di Santa Croce a Firenze dove giaceva dal 1803 il suo modello letterario e stilistico, Vittorio Alfieri.
Hai bisogno di aiuto in Ugo Foscolo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email