Ultime lettere di Jacopo Ortis di Ugo Foscolo

Il romanzo, epistolare perché formato, nella finzione letteraria, dalle lettere di Jacopo Ortis all’amico Lorenzo Alderani poi riunite da quest’ultimo, si riflette la disperazione di Foscolo per la fine della libertà di Venezia che Napoleone Bonaparte, deludendo gli entusiasmi suscitati nei patrioti italiani al suo arrivo, aveva consegnato all’Austria in cambio della Lombardia. La “delusione storica” produce un sentimento di disperazione: per la patria non c’è più nulla da fare, il tradimento è stato irrimediabilmente consumato. Bisogna dire che tale sentimento di disperazione è la condizione necessaria per il delinearsi di un primo embrione di coscienza nazionale, basata sulla consapevolezza che la libertà non può essere passivamente ricevuta dall’esterno, ma va conquistata con le proprie forze. Vari gli esempi letterari stranieri a cui il Foscolo ha guardato nella stesura del romanzo: soprattutto la Nuova Eloisa di Rousseau e I dolori del giovane Werther di Goethe. Ma, mentre in questi romanzi, anch’essi epistolari, la delusione amorosa è centrale, nel romanzo foscoliano la delusione amorosa (il protagonista non può realizzare il suo sogno d’amore con Teresa benché riamato da questa) s’intreccia con la delusione per il servaggio della patria, che in realtà resta il vero motivo ispiratore.

Nell’Ortis sono presenti vari elementi autobiografici del Foscolo, come il riferimento ad alcuni amori dello scrittore, come alcune parti di lettere autentiche ad alcune donne alle quali era stato legato da passione amorosa, come Isabella Roncioni ed Antonietta Fagnani Arese.
Inoltre, nei nomi di alcuni personaggi, come in quello di Teresa, la fanciulla amata da Jacopo, riecheggia il nome di Teresa Pikler, la moglie del Monti invano desiderata dal Foscolo, oppure quello della stessa Isabella Roncioni, il cui nome ricorre in quello di Isabellina, la sorella minore di Teresa. Ma l’Ortis è soprattutto un’autobiografia indiretta poiché, in esso, più che la cronistoria di alcune vicende, come sarebbe avvenuto nel caso di una biografia diretta, si può osservare lo stato d’animo del Foscolo deluso per la fine della libertà della patria, sacrificata da Napoleone con il trattato di Cmpoformio.

Hai bisogno di aiuto in Ugo Foscolo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email