Ominide 4552 punti

Pensaci, Giacomino


L’opera, suddivisa in tre atti, parla di un vecchio professore in pensione che vuole vendicarsi dello Stato che gli ha sempre dato uno stipendio misero e ingiusto. Per riscattarsi egli ha intenzione di sposare una ragazza molto più giovane di lui in modo che qualcuno possa continuare a riscuotere la sua pensione anche dopo la sua morte. Egli trova la sua occasione quando viene a sapere che la figlia del bidello, pur essendo nubile, è rimasta incinta di un certo Giacomino. Egli sposa la ragazza per assicurarle la pensione e ottenere la sua vendetta. Dato che non ha celebrato il matrimonio per affetto, il professore permette a Giacomino di frequentare la casa e crescere il bambino. Questa situazione equivoca suscita scandalo nella piccola cittadina in cui i protagonisti vivono e la famiglia di Giacomino tenta di convincere il ragazzo a sposare una donna per non lasciarsi coinvolgere nel sordido contesto. Nonostante Giacomino si fosse quasi convinto ad accettare la proposta, nella parte finale dell’opera il professore interviene persuadendolo a non abbandonare la ragazza e il figlio che hanno avuto insieme e a lasciar parlare la gente, mossa solo dai pregiudizi.In questa commedia Pirandello affronta il ricorrente problema di adeguare il nostro punto di vista, fondato sulle nostre esigenze, con quello degli altri, basato spesso soltanto sui pregiudizi e sull’ipocrisia.
Hai bisogno di aiuto in Luigi Pirandello?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email