Bannato 1011 punti

Dal latino all'italiano

L'italiano attuale deriva dal latino. Il latino era la lingua dei latini, i latini erano un piccolo popolo che si stanziò in Italia intorno al Tevere e dove fondarono la citta di Roma.
I latini imposero la loro lingua: il latino che divenne la lingua ufficiale.
Fino a quando l'autorità imperiale di Roma fu salda il latino rimase la lingua ufficiale di tutto l'impero.
Quando però l'impero fu colpito da una grave crisi, le cose incominciavano a cambiare.
La lingua latina scritta rimase centre e salda, quella parlata incominciò ad evolversi mischiandosi alle lingue dei popoli che volevano sottomettere Roma, nacquero così le lingue neolatine.
In Italia in seguito a questa rivoluzione nacquero i volgari italiano che rimasero autonomi ed ebbero una loro vita.
Il lessico
Il lessico di una lingua è l'insieme delle parole che compongono una lingua.

Moltissime parole del lessico italiano derivano dal latino ma non tutte.
Migliaia di parole provengono infatti dalle lingue dei popoli con cui gli italiani sono venuti a contatto.
L'evoluzione del latino parlato ha portato la nascita dei dialetti italiani. Il dialetto non è da considerare un linguaggio rozzo e inferiore, esso è una vera e propria lingua dotata di lessico, storia e una piena espressibbilità.
La differenza tra l'italiano e i dialetti sta da un punto di vista d'uso. Il dialetto ha un ambito d'uso più limitato invece l'italiano no. I dialetti si dividono in cinque gruppi:
Dialetti settentrionali
Dialetti toscani
Dialetti meridionali centrali
Dialetti meridionali intermedi
Dialetti meridionali estremi

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email