Video appunto: Ungaretti, Giuseppe - Fratelli - Questionario

Ungaretti - Fratelli - Questionario



1. A quale situazione concreta rinvia la domanda della prima strofa?
Il poeta si trova al fronte, nel pieno svolgimento della 1.a guerra mondiale. Di notte, incontra un drappello di soldati e, mosso da un sentimento di fratellanza e di solidarietà, egli chiede loro di quale reggimento facciano parte.

2. Quale parola presente nella domanda, invece, va aldilà della situazione concreta e allude a una condizione più universale, che riguarda tutti gli uomini?
Si tratta della parola “fratelli”. Nei soldati che incontra, il poeta riconosce non solo dei giovani che condividono la sua stessa condizione di precarietà esistenziale e verso i quali, per questo motivo, prova un sentimento di fraternità. Il termine allude soprattutto alla condizione universale di tutti gli uomini che il destino comune della morte rende tutti uguali; questa uguaglianza è resa ancora più evidente durante la guerra.
3. Quali apposizioni della parola “fratelli” sono presenti nei vv. 3-9?
L’apposizione è un sostantivo che ne accompagna un altro per determinarlo e attribuirgli una proprietà particolare. Nella lirica troviamo le apposizioni seguenti che si riferiscono a “fratelli”: parola tremante, foglia appena nata, involontaria rivolta

4. Su quale concetto insistono questi versi?
Essi sottolineano sul senso di solidarietà e sulla precarietà della vita.
5. Oltre al titolo, la parola “fratelli” ricorre all’inizio e alla fine della lirica. Esso si riferisce solo ai soldati o a tutti gli uomini di ogni tempo?
L’ultima strofa coincide con la parola “fratelli” che richiama il titolo, per cui si può affermare che la lirica ha una struttura circolare. Per Ungaretti “fratello” non è soltanto il commilitone che condivide la stessa esperienza di guerra, ma ogni uomo, tutta l’umanità con cui condivide una comune vita precaria ed un comune destino di morte.
6. Spiegare perché la parola “fratelli” viene accostata per analogia all’immagine della “foglia appena nata” (v.5). Il poeta intende evocare fragilità, speranza o entrambe le emozioni?
Una foglia appena nata ha un significato analogico con quanto precede. Essa è fragile come è fragile la condizione umana, ma indica anche la nuova vita che nasce e quindi costituisce una piccola forma di speranza.
7. Perché il sentimento di solidarietà che si stabilisce istintivamente tra i soldati è definita dal poeta “involontaria rivolta”? A che cosa si ribella l’uomo?
Nella quarta strofa,l’aria è sofferente perché sconvolta dalla guerra e sembra quasi che essa partecipi al dolore dell’uomo. L’uomo che è consapevole della propria fragilità si ribella senza volerlo alla sua condizione e cerca di trovare un sostegno nella solidarietà nei confronti dell’altro che condivide la sua stessa situazione.
8. Perché Ungaretti utilizza l’apposizione “parola tremante” per indicare “fratelli”?
Innanzitutto, si tratta di una sinestesia, in quando l’immagine unisce una sensazione uditiva ( = parola), con una visiva (= tremante). La parola “fratelli” è definitiva tremante, nel senso di spaventato, impaurito (siamo al fronte)ì, ma anche di incertezza.