Ominide 1407 punti

I Malavoglia


L’intreccio dei Malavoglia è caratterizzato da una complicanza di fondo; basti pensare, ad esempio, alle corrispondenze di nomi tra il personaggio più anziano, il vecchio ‘Ntoni, e il primogenito di Bastianazzo, il giovane ‘Ntoni. Il vecchio ‘Ntoni è il personaggio espressione della mentalità tradizionale, attenta ai valori della famiglia ed è un personaggio che dà delle massime di saggezza popolare (dice ad esempio padrone ‘Notni che la famiglia è come le dita della mano: tutte stanno legate, poi c’è il dito grosso e c’è il dito piccolo, ovvero la famiglia è quella forma di comunità in cui c’è chi ha più responsabilità e chi ne ha di meno). Tutte queste massime di saggezza tengono al centro la cosiddetta “casa del Nespolo”, ovvero l’umile casetta attorno alla quale ruotano le vicende dei personaggi che è il simbolo oggettivo di una serie di valori (ad esempio il pignoramento della casa del Nespolo è il simbolo del disfacimento della famiglia). Al saggio e vecchio ‘Ntoni si contrappone il giovane ‘Ntoni che, invece, è irrequieto, insofferente, ha voglia di vedere il mondo, si sente stretto all’interno della sua famiglia; è quindi un personaggio estremamente dinamico e nel dinamismo Verga vede la corruzione, l’allontanamento, il tradimento di certi valori. La partenza del giovane ‘Ntoni per il servizio militare rappresenta l’esordio, ovvero la rottura dell’equilibrio. Di qui la famiglia inizia ad essere colpita da una serie di sciagure:
- la Provvidenza (la barca della famiglia) naufraga: il carico di lupini viene perduto e Bastianazzo muore;
-la casa del Nespolo viene pignorata a causa dei debiti;
-Luca(il secondogenito della famiglia) muore nella battaglia di Lissa;
-Maruzza (la madre di famiglia) muore per via della colera;
-La Provvidenza naufraga ancora;
-il giovane ‘Ntoni accoltella Don Michele, il corteggiatore della sorella minore, Lia, che è costretta a fuggire dal paese e a diventare una prostituta;
-Mena (la figlia maggiore) non può sposarsi per via del disonore della famiglia;
-il vecchio ‘Ntoni muore in ospedale.
La ricomposizione dell’equilibrio è data dal giovane Alessi, l’ultimo dei figli, il quale ha l’opportunità di rimettere in piede la casa del Nespolo. Questa ricomposizione, tuttavia, è solamente parziale, perché la famiglia è stata danneggiata in modo irreparabile.
Il romanzo ha quindi una struttura circolare, per via della parziale ricomposizione dell’equilibrio. La storia si svolge all’interno di una spazio chiuso, quello del villaggio di Acitrezza. Questo è un paese che interviene con chiacchiere e pettegolezzi sulla famiglia Toscano (detti appunto “i Malavoglia"), e che rappresenta una sorta di campionario di società che rispecchia quel darwinismo sociale già espresso dai naturalisti francesi (essi, infatti, furono i primi a spostare il darwinismo su un piano sociale, sostenendo che era l’ambiente a forgiare le persone e che le persone più deboli nell’ambiente muoiono; solo i più forti riescono a sopravvivere, “il pesce grande mangia il pesce piccolo” dicono i pescatori nel romanzo “I Malavoglia”
Hai bisogno di aiuto in Giovanni Verga?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email