Questo appunto contiene un allegato
Montale, Eugenio - La casa dei doganieri (4) scaricato 2 volte

La casa dei doganieri

Il vento colpisce da
anni la vecchia casa monotona,
la ragazza è cambiata
rispetto alla sera in cui entro
nella casa, il poeta
non è capace di orientarsi, manco
i dadi danno
il numero giusto cioè il 7.
Il filo della memoria si riagomitola
e ogni contatto si perde
definitivamente della donna
solo lui tiene questo filo
che lo lega alla ragazza, una
bandiera affumicata che si
trova sul tetto che sta a
indicare la direzione del
vento e affumicata perché si
trova vicino al comignolo che
sta a indicare il tempo che
passa senza pietà.
Lo sguardo del poeta sì dirige
verso l'orizzonte dove vede
le luci della petroliera il
poeta cerca il varco per lasciare
la vita piena di illusioni
per arrivare ha un'esistenza
unica. Immagini del paesaggio
al passar e all'apparente
continuità era il fenomeni

che si ripetono durante la
vita, la sera appartiene al
poeta perché è
l'unica a ricordare.
Il poeta non sa
che muore veramente
quello che resta in questo mondo
delusioni o chi va verso la morte
intesa come la libertà dalle illusioni.
La casa dei dogagneri:
La casa dei doganieri appartiene alla raccolta delle occasioni, ma il paesaggio qui avvocato è ancora quello ligure degli Ossi di seppia. LA casa dei doganieri e infatti un edificio realmente esistito a Monterosso, ad uso della Guardia di Finanza, isolato sulla scogliera Imperia

Hai bisogno di aiuto in Eugenio Montale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email