Ominide 413 punti

Il brano fa una panoramica generale sul il personaggio principale di Il sentiero dei nidi di ragno. Pin è un ragazzino orfano di madre che è stato affidato alla sorella, che per sopravvivere fa la prostituta. Italo Calvino lo descrive come un bambino senza un posto a cui appartenere, con i bambini della sua età non si sente a suo agio poiché nella sua vita ha dovuto fare conoscenza con esperienze “da grandi” e le madri dei suoi compagni hanno paura che possa i avere un cattivo ascendente sui loro figli. Pin però sente nostalgia di un gruppo di amici, e cerca anche di crearsene uno ma dice sempre ad un certo punto una battuta sbagliata, uno scherzo troppo crudele, una storia troppo scorretta, che fa scappare i ragazzini. Per evitare di sentirsi solo si rifugia nell’osteria frequentati dagli adulti, non è propriamente felice di stare ma si accontenta. Sente che non è il suo posto, infatti ripete più di una volta quanto gli piacerebbe portare un amico nel suo luogo segreto, dove i ragni fanno il nido. Nonostante la sua giovane età Pin ha compreso come sono gli adulti, anche se continua a sentirli distanti quanto sente i ragazzini, i loro punti deboli e gli argomenti che li fanno arrabbiare. Pin durante i periodi trascorsi in osteria cerca di trovare il modo di farsi notare dagli uomini presenti.

2.
2.1 Il sentimento di inadeguatezza di Pin e la sua difficoltà di ragazzino a collocarsi nel mondo sono temi esistenziali, comuni a tutte le generazioni. Rifletti su come questi motivi si sviluppano nel brano

il personaggio è sospeso tra due realtà, ma non sente di appartenere a nessuna delle due. Si sente inadeguato nei confronti dei suoi compagni, da cui viene scacciato, lasciato da parte e maltrattato ma allo stesso tempo viene allontanato anche dai grandi. E’ un bambino incapace di vivere gli anni che ha e di comportarsi come tale. Per capire chi è veramente cerca di emulare i comportamenti degli adulti che incontra, assumendo i loro modi spesso violenti e volgari. Si impadronisce di quelle attitudini e quei tratti che lui, bambino, percepisce distintivi degli adulti e a cui vuole conformarsi. Pin cerca il suo posto nel mondo, come succede a tutti gli uomini. Ha maggiori difficoltà a causa dell’ambiguità della sua vita. Solitamente la ricerca di se stessi è considerata puramente adolescenziale, anche se in realtà può accadere a qualunque età. Smonta la figura degli adulti Calvino in questo bravo, nonostante noi li percepiamo dall’occhio adulatore di Pin, raccontando come sia semplice individuare le loro debolezze e come reagiscano con la violenza quando Pin esagera.

2.2 L'autore utilizza strategie retoriche come ripetizioni, enumerazioni, metafore e altre; introduce inoltre usi morfologici, sintattici e scelte lessicali particolari per rendere più incisivo il suo racconto; ne sai indicare qualcuna nel testo?

Le parole ragazzi e grandi si susseguono nel corso del brano, per sottolineare ancora di più il senso di oscillazione tra due mondi opposti di Pin. Utilizzando un registro basso, facilmente utilizzabile da Pin, viene resa con immediatezza e forza le caratteristiche del personaggio Pin, il suo sentimento di inadeguatezza, le sue sensazioni, i suoi sogni e la sua realtà


2.3 Cosa vuole significare l’espressione “nebbia di solitudine che gli si condensa nel petto”? Ti sembra che sia efficace nell’orientare la valutazione su tutto ciò che precede?


La frase “nebbia di solitudine che gli si condensa nel petto” è un’immagine molto suggestiva che rappresenta tramite la nebbia la confusione sul luogo di appartenenza e su cosa desidera davvero da un’amicizia, credo che Calvino abbia scelto la nebbia per passare il messaggio di qualcosa che offusca e gli attanaglia il petto, una densa colte di nebbia che non gli fa davvero capire chi è. Mentre la solitudine di Pin è data dal non poter trovare soluzione alla sua confusione e a non avere nessuno con cui parlarne, tutto questo accresce il senso di abbandono ed emarginazione che lo perseguita.

Hai bisogno di aiuto in Analisi del testo e scrittura di testi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email