descrizione della barriera corallina

La barriera corallina


La barriera corallina si vede subito dopo essere andati oltre la parte meno profonda dell'oceano.
Per osservarlo bene bisogna andare sott'acqua con una mascherina, poiché dalla superficie non si riescono a vedere e percepire i colori al meglio.
La prima cosa che salta all'occhio sono i vivacissimi colori delle numerosissime piante e alghe, il rosso acceso dei coralli e il colore azzurro dell'acqua. Anche la sabbia sul fondale ha uno strano effetto di luci grazie alla luce del sole, all'azzurro e alla calma del mare che non lo rende torbido. Si vedono infatti delle linee chiare sul colore della sabbia che è un bianco con sfumature celesti.
Si può subito notare la diversità degli esseri viventi. Le piante che sono cresciute sulla formazione carbonatica (la barriera) sono piene di colori diversi, soprattutto verde, arancione e giallo; esse ospitano un grandissimo numero di animali quali pesci pagliaccio, stelle marine ecc...
Anche i pesci portano un grande contributo alla vivacità dei colori. si vedono infatti, grandi banchi di pesci gialli, azzurri e arancioni, per non parlare poi di quelli con più colori, soprattutto i pesci striati di giallo e azzurro. Passano anche diverse tartarughe che impressionano per la loro grandezza. Si possono anche trovare diversi polpi, sia quelli che nuotano liberi in acqua che quelli nascosti e mimetizzati sulle rocce. Passano spesso a pochi centimetri dalla sabbia del fondale delle mante.

A cura di Daniele

Hai bisogno di aiuto in Analisi del testo e scrittura di testi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email