Ominide 343 punti
Questo appunto contiene un allegato
Relazioni scaricato 1 volte

Relazioni

Simbiosi= interazioni a livello ambientale tra specie diverse (relazioni interspecifiche)

Mutualismo (simbiosi mutualistica) situazione di vantaggio per entrambi gli individui.
un’esempio sono i licheni riconosciuti come unica struttura, ma composto da funghi e da alghe, o come i micorriza.

Commensalismo situazione che porta vantaggi (di solito nutrizione) a un organismo, mentre all’altro organismo non porta né vantaggi, né svantaggi (in alcuni casi un commensale riceve una sorta di protezione, viene chiamato inquilinismo). Alle volte questa relazione intraspecifica è associata alla foresi cioè quando degli organismi sfruttano un altro organismo per farsi trasportare e raggiungere in maggior sicurezza una fonte nutritiva.
Es.


Parassitismo relazione positiva per il parassita e negativa per l’ospite, spesso viene portato alla morte anche se non ce ne è l’intenzione dal parte del parassita, essendo l’ospite il loro habitat.

L’ospite per la sua salute produce delle sostanze tossiche per uccidere il parassita.
Questa simbiosi per l’individuo no è favorevole, tuttavia attaccando maggiormente le prede più deboli funge come selezione naturale, e permette di sviluppare individui che contrastano meglio il parassitismo, una situazione favorevole quindi per la specie.

monoparassitismo
una specie come ospite
poliparassitismo
più specie come ospite
complesso parassitario
insieme degli ospiti e dei parassiti


Rapporto preda-predatore anche i vegetali hanno sviluppato un sistema di difesa, producono sostanze tossiche o irritanti per gli erbivori.
Come il parassitismo questo rapporto è sfavorevole all’individuo, ma favorevole alla specie, tuttavia ci sono delle differenze:
il predatore non considera la sua preda come suo habitat
il predatore non vuole lasciare vivere la preda
Il predatore ha una vita libera, al contrario del parassita


Il rapporto tra preda e predatore generalmente è direttamente proporzionale, tuttavia in alcuni,
casi come gli uccelli, i predatori si nutrono di molte più prede, quindi il numero delle prede è molto maggiori di quello dei predatori.


LE competizioni eto-ecologiche due o più organismi competono per una sostanza o un fattore che non è presente in quantità sufficiente.

Relazioni intraspecifiche:
Nicchie ecologiche confinanti⟶Organismi dello stesso habitat si nutrono di specie simili, ma in un ambiente diverso: stessa nicchia generale, diversa nicchia particolare.

Fenomeni competitivi estrema carenza di cibo.
Nicchie ecologiche coincidenti⟶stessa nicchia generale, e stessa nicchi particolare.
Fenomeni competitivi si formano in modo naturale.

Aumento degli individui⟶Effetto di gruppo (ricerca del cibo più facile)⟶Effetto di massa (cannibalismo, poca fertilità e malattia dello shock “stress sociale” porta alla morte)

Principio di Gause due specie che hanno le stesse esigenze non posso vivere nello stesso habitat, una di esse verrà eliminata dall’altra.

Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email