Ominide 16919 punti

Macroelementi: (azoto, potassio, fosforo)

Che azione svolgono sulla pianta e come si trovano nel terreno?
Azoto: elemento fondamentale per la crescita vegetativa (prima fase della crescita), si deve interrompere la somministrazione dopo la fase di fioritura perché risulta dannosa. Elemento principale proteine, DNA, clorofilla, presente in atp, la sua carenza ingiallisce le foglie. Troppo azoto c’è il rischio allettamento (troppa crescita), poco azoto, foglie ingiallite, stente e rachitiche.
Forme azoto (N):
Organico: andrà mineralizzato pian piano dai batteri.
Ammoniacale
Nitrica: in questa forma l’azoto “se ne va” in fretta ma è prontouso.

Fosforo: è molto importante. È un trasportatore di energia. La sua carenza da problemi nella fioritura (castità e frutticini). Porta a delle necrosi delle foglie che arrossisce su un lato ed a staccarsi.
Forme fosforo (F):
Organico: come l’azoto
Assimilabile:
Non assimilabile: rimangono nel terreno ma si trasforma in “roccia” (frazione solida).

Potassio: regola le reazioni osmotiche (passaggio di H2O da una cellula all’altra) che danno vigore alla pianta.Regola la consistenza dei frutti, che più duri si conservano meglio perché meno intaccati da microrganismi.
Forme potassio (K):
Solubile: è sciolto in acqua e la pianta lo assorbe.
Scambiabile: attaccato a particelle (argilla o organico) ma può essere preso dalle radici.
Fissato-combinato: indica che il L è legato ai minerali.

Ci possono essere carenze di questi 3 macroelementi perché il terreno ha diverse forme. Tutti questi 3 elementi hanno una forma organica (lenta cessione), poi abbiamo altre forme. Alcune come l’azoto nitrico sono infiammabili ma con la prima pioggia se ne va. In forma più persistente: fosfati, fosfati di alluminio ect., reazione con pH non sono più biodegradabili per la pianta.

Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email