Coltivazione dei pomodori

Il pomodoro è una verdura che fa parte della dieta mediterranea , e che produce i frutti annualmente.

Origini- Il pomodoro è originario dalla zona dell'america meridionale.

La coltivazione dei pomodori si divide in tre fasi:

- Semina dei pomodori
- Trapianto dei pomodori
- Coltivazione

Semina- La semina dei semi di pomodoro avviene nei mesi di fine gennaio ed inizio febbraio in un semenzaio. La semina viene può essere effettuata come già detto in un semenzaio, oppure nei vasetti, in qui andranno messi 3-4 semi, in questo modo si riusciranno ad individuare le piante migliori e più robuste che saranno trapiantate.

Trapianto- Per il trapianto della piantina bisogna attendere il mese di aprile, in modo che le temperature medie siano aumentate, e che siano cessate le nevicate e le forti piogge primaverili.

Bisogna prendere la piantina e metterla nel terreno ad una profondità di circa 4cm, aggiungendo del fertilizzante, ad una distanza di almeno 10cm una dall'altra. In caso di forti piogge o grandinate è meglio coprire le piantine con qualcosa, in modo che non vengano danneggiate le foglie, oppure che si spezzi tutta la piantina.

Coltivazione- Dopo aver trapiantato le piantine, bisogna metterci a fianco dei bastoni di legno, in modo che abbiano una crescita verticale e i frutti siano più esposti alla luce del sole. Bisogna ricordarsi di annaffiare almeno due volte a settimane , e preferibilmente nelle ore fresche della giornata (alba, dopo tramonto), in modo da non portare uno shock termico che potrebbe distruggerla.

Il raccolto avviene nei mesi estivi, o a inizio autunno, e bisogna aspettare che abbiano un colorito rosso.

Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email