Che materia stai cercando?

Strategie internazionali per lo sviluppo economico - politica nucleare dell'Unione Europea Appunti scolastici Premium

Appunti di Strategie internazionali per lo sviluppo economico per l'esame del professor Luise. La politica nucleare dell’UE è un argomento alquanto complesso e ricco di sfaccettature che ancora oggi recano notevoli dissidi fra gli Stati membri, per facilitarne la comprensione è bene inquadrare l’argomento a livello storico e politico in un più ampio panorama mondiale.... Vedi di più

Esame di Strategie internazionali per lo sviluppo economico docente Prof. V. Amato

Ulteriori informazioni

ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

54

PESO

1.34 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Strategie internazionali per lo sviluppo economico per l'esame del professor Luise. La politica nucleare dell’UE è un argomento alquanto complesso e ricco di sfaccettature che ancora oggi recano notevoli dissidi fra gli Stati membri, per facilitarne la comprensione è bene inquadrare l’argomento a livello storico e politico in un più ampio panorama mondiale. Dopo che gli Stati Uniti ottennero e utilizzarono la bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki ci furono due differenti reazioni: da un lato la cosiddetta “corsa all’atomica” da parte degli Stati maggiormente evoluti tecnologicamente e più importanti nel panorama mondiale e dall’altro il desiderio di eliminarla e non farne più ricorso da parte
degli Stati che avevano meno possibilità economiche , nonché di quasi tutta l’opinione pubblica. Così, negli anni successivi alla seconda guerra mondiale alcuni Stati riescono a dotarsi di armamenti nucleari nel tentativo di controbilanciare lo strapotere americano. L'URSS li ottenne nel 1949, il Regno Unito nel 1952, la Francia nel 1960 e la Cina nel 1964. In seguito a questa situazione si venne a creare un clima cosiddetto di guerra fredda, in cui i due blocchi sovietico e filoamericano erano consapevoli di potersi distruggere a vicenda con il solo utilizzo delle armi atomiche. Inoltre le armi nucleari divennero sempre più complesse, dando origine ad una notevole varietà di ordigni. Per controllare lo sviluppo degli arsenali atomici nel 1957 venne inoltre creata l'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica ,con sede a Vienna, nell'ambito del progetto americano "atomi per la pace".
Nel 1970 l'arsenale atomico mondiale contava più di 38 000 testate nucleari e, dopo un picco di 69 440 ordigni nucleari toccato nel 1986 a causa della politica di deterrenza reciproca formulata dalla teoria della distruzione mutua assicurata, ha cominciato a calare raggiungendo l'attuale quota di circa 23 000 testate nucleari.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche
SSD:
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher mrsmith01 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Strategie internazionali per lo sviluppo economico e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Amato Vittorio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze politiche

Riassunto esame Politica dell'ambiente, prof. Leone, libro consigliato Nuove politiche dell'ambiente
Appunto
Storia moderna : Il Cinquecento
Appunto
Psicologia sociale
Appunto