Lettereatura teatrale italiana - La figlia di Iorio

Appunti di Letteratura teatrale italiana riguardante "La figlia di Iorio", un’opera drammatica in versi, scritta in tre atti nell’estate del 1903 da Gabriele D’Annunzio, e da egli stesso definita "tragedia rustica d’argomento abruzzese". La vicenda è ambientata in un Abruzzo rurale, patriarcale e superstizioso, nel giorno di San Giovanni. La sua rappresentazione avviene nel marzo del 1904 e il successo è stato immediato, La figlia di Iorio per lungo tempo è stata considerata l’unica opera teatrale di D’Annunzio veramente riuscita, poiché esprime apparente semplicità e popolarità della storia che ricorda per certi versi una vera e propria rappresentazione quasi verista.

  • Esame di Letteratura teatrale italiana docente Prof. B. Alfonzetti
  • Università: La Sapienza - Uniroma1
  • CdL: Corso di laurea in letteratura, musica e spettacolo
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Moses di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura teatrale italiana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Alfonzetti Beatrice.

Altri contenuti per Letteratura teatrale italiana

Trova ripetizioni online e lezioni private