Codex

Questo appunto si riferisce al corso di Paleografia greca tenuto dal professor Santo Lucà. Nell'antichità il libro è il rotolo di papiro. Il IV sec. rappresenta il trionfo del codex. Il codex è in pergamena, materiale che deriva dalla pelle di pecora, agnello e capretto. Si ricavava un foglio, poi piegato in due, da cui si otteneva il bifolio. La piegatura a quattro (in quarto) e a otto (in octavo) dipendeva dalla grandezza dell'animale e dalla taglia del libro. Più bifolii formavano il fascicolo. Il quaternione è un fascicolo di quattro bifolii. In un foglio si distingue il lato carne e il lato pelo. Secondo la legge di Gregory le pagine in contatto devono essere dello stesso tipo. più fascicoli formano il volume. I fascicoli potevano essere numerati o meno con lettere dell'alfabeto.

  • Esame di Paleografia greca docente Prof. S. Lucà
  • Università: Tor Vergata - Uniroma2
  • CdL: Corso di laurea in lettere
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Paleografia greca e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Lucà Santo.

Altri contenuti per Paleografia greca

 
2.99 €
 
2.99 €

Altri contenuti per Lettere

 

Concetto antropologico di cultura


· Tor Vergata - Uniroma2
Gratis
 
Gratis
 

Antropologia del nome


· Tor Vergata - Uniroma2
Gratis
 

Simboli, valori e pratiche del vino


· Tor Vergata - Uniroma2
Gratis
Trova ripetizioni online e lezioni private